02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

E in Italia consumi avanti piano… Nel 2004 la quota di famiglie che acquistano vino è salita di mezzo punto percentuale (dal 40,2% al 40,7%) rispetto al 2003 e la spesa annua è cresciuta di quasi il 6%, a 3.464 euro. Una buona notizia per tanti produttori in difficoltà. Anche per questo l’Osservatorio del Salone del Vino di Torino ieri, nel convegno di inaugurazione della rassegna, ha preferito porre l’accento sui segnali di risveglio del mercato. Dalle anticipazioni dell’indagine Istat sui consumi 2004 emerge una maggiore propensione al consumo da parte di giovani e donne e l’accentuata attenzione alla qualità degli acquisti. E il 51% dei locali campione intervistati dall’Osservatorio prevede una crescita del mercato per l’anno prossimo. Del resto, la concorrenza dei marchi stranieri è sempre più incombente. I produttori italiani affrontano un mercato più competitivo all’estero con armi spuntate: scontano i disagi di un sistema estremamente polverizzato, strutture distributive poco agili e politiche di marketing spesso inadeguate. Il settore non ha avviato un processo di consolidamento e una razionale politica di alleanze. Le ricette per la ripresa sono diverse. Da chi come Gianni Zonin insiste sulla richiesta di agevolazioni fiscali, ai sostenitori dei vitigni autoctoni presenti in forze al salone organizzato al Lingotto dalla Promotor. Contro le Cassandre l’Osservatorio guidato da Gian Primo Quagliano mette sul tavolo i dati positivi dello scorso anno. Dopo la crisi dell’export nel 2003, l’anno scorso le esportazioni sono cresciute del 6,68% in quantità e del 5,3% in valore. Segno dei risultati di una politica più attenta sui prezzi. Intintosi scommette sui nuovi mercati. A Torino in questi giorni il buyer internazionale con l’agenda più fitta di appuntamenti è quello cinese. Grosse opportunità e grandi rischi: l’export di vino italiano in Cina è cresciuto del 69% nel primo semestre 2005. Ma aumenta anche la produzione locale. Dalle cantine cinesi oggi escono 3,5 milioni di ettolitri e sempre più spesso a fare i vini sono enologi italiani.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli