02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Il vino come l'euro, anche il Brunello adotta l'ologramma... Un ologramma colorato sul collo di bottiglia a tutela dei vini di pregio contro falsi e contraffazioni. come si fa con una comune banconota. L'idea è venuta a Paolo e Lucia Bianchini, titolari dal 1985 dell'antica tenuta Ciacci Piccolomini d'Aragona (40 ettari e 180 mila bottiglie in totale) che hanno deciso di applicare un ologramma sulle 40 mila bottiglie di Brunello prodotte (dall'anno prossimo il sistema verrà esteso a tutta la produzione aziendale), difendendole così dalla minaccia sempre più invadente dall'agropirateria. I due fratelli non sono nuovi a queste iniziative: qualche anno fa avevano inserito un microchip sotto la capsula delle bottiglie, ma l'espediente si è rivelato poco pratico. Di qui l'idea di passare all'ologramma, affidando l'iniziativa a una società specializzata, la Luxoro del gruppo tedesco Kurz, la stessa che ha brevettato la listella ologrammata inserita nelle banconote dell'euro. La nuova bottiglia verrà presentata domani a Montalcino, in occasione della manifestazione "Benvenuto Brunello", che quest'anno coincide con il via libera alle annate 2001 e Riserva 2000 di Brunello di Montalcino.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli