02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Giv cresce: nel 2007 obiettivo 300 milioni ... Prosegue il processo di riorganizzazione e ampliamento del Gruppo italiano vini (Giv), il cui consolidato 2006 ha chiuso a 266 milioni di euro (+3,5%), mentre per il 2007 si prevede di toccare la soglia dei 300 milioni. Il network vitivinicolo della cooperazione, dopo avere costituito la Giv spa, si prepara a rafforzare la stessa società. Oltre ai marchi (una decina), verranno conferiti cantine di produzione, magazzino, scorte, capitale circolante nonché le partecipazioni della controllata Giv Sud (Rapitalà, Castello Monaci, Terre degli Svevi).
Il processo dovrebbe essere completato nel 2008, dopo di che si passerà alla seconda fase del piano con un aumento di capitale che con tutta probabilità sarà a un socio finanziario esterno. Ma su questo aspetto il presidente del Giv, Rolando Chiossi, non ha dato informazioni. Maggiori dettagli ha invece fornito «sul buon andamento della gestione 2006», che ha visto il gruppo protagonista dell’acquisizione per una trentina di milioni dello stabilimento Bolla di Pedemonte. Grazie al quale il Giv - ha spiegato Chiossi - è diventato leader di vini della Valpolicella. In definitiva l’offerta 2006 del network ha totalizzato 81 milioni di bottiglie (+4,6%), di cui il 67% all’export e ricavi consolidati di 266 milioni e margine di contribuzione pari a 87 milioni (+13%). Numeri destinati a crescere significativamente nel 2007; a inizio anno, infatti, il gruppo ha rilevato anche la distribuzione dei vini Bolla in Italia.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli