02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Il vino teme lo zuccheraggio ... Scontro a Bruxelles sui trattamenti che alzano il tasso di alcol... Da un lato l’estirpazione di 400mila ettari di vigneti europei e dall’altro l’apertura all’ import e alla vinificazione di uve di Paesi terzi. Non mancano le contraddizioni nel dibattito sulla riforma dell’organizzazione comune di mercato del vino. «Prima si afferma che il principale obiettivo è quello di rilanciare la competitività dei vini europei - ha detto intervenendo al convegno di Agrisole il presidente della Marchesi de’ Frescobaldi, Vittorio Frescobaldi - e poi si fanno proposte che vanno nel senso opposto».
E mano a mano che il dibattito entra nel vivo emergono nuovi terreni di scontro. Nei giorni scorsi, come ricordato dal ministro per le Politiche agricole, Paolo De Castro, un vero e proprio “muro contro muro” fra i diversi partner Ue si è consumato sull’arricchimento del contenuto alcolico dei vini, Le regole Ue fin dal 1970 prevedono due possibilità: l’aggiunta al vino di mosti d’uva oppure il più economico ricorso allo zucchero, pratica diffusa nei Paesi del Nord Europa penalizzati da un clima sfavorevole. D’altro canto per compensare i produttori che optano per i più dispendiosi mosti d’uva fu introdotto un premio Ue che per l’Italia vale in media circa 90milioni di euro l’anno. L
a proposta iniziale del Commissario Fischer Boel prevedeva l’eliminazione di tutte le pratiche di arricchimento: divieto di zuccheraggio e stop agli aiuti per i mosti. Ma la bagarre fra i 20 Paesi del Nord e dell’Est Europeo e 17 mediterranei rischia di far rientrare dalla “finestra” un capitolo che si credeva archiviato. Nei giorni scorsi a Bruxelles è emersa anche l’ipotesi, ancora tutta da verificare, di tassare il ricorso allo zucchero. Resta il fatto che anche mantenere in piedi lo zuccheraggio, visto che ne sono esclusi Italia, Spagna e parte della Francia, rafforzerebbe solo il 20% dei vini Ue lasciando intatto, per tutti gli altri, il deficit di competitività.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli