02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Aosta val bene una birra ... I fatti, in breve: la Valle d’Aosta, Regione a statuto speciale che può disporre dei nove decimi delle tasse pagate dai residenti nel suo territorio, ha deciso di versare nelle casse della società Heineken Italia circa 16 milioni di euro all’anno (per tre anni) in cambio di uno spazio pubblicitario su bottiglie e lattine di alcuni marchi della multinazionale della birra; alcuni, maliziosamente, pensano che lo abbia fatto per garantire la sopravvivenza del piccolo stabilimento di Pollein, alle porte di Aosta; altri, ancora più maliziosi, fanno notare che, avendo sede legale proprio a Pollein, Heineken Italia assicura al bilancio regionale oltre 100 milioni all’anno solo di imposte di fabbricazione (con Iva e Ires dovremmo arrivare a circa 200 milioni) e sarebbe questa la vera “fabbrica” che la Regione vuole tenere aperta. Un contratto (pubblicitario) di scambio, insomma. I valtellinesi sono insorti, accusando la Vallée di usare la sua condizione (fiscale) particolare per fare della concorrenza sleale. Accuse forse risibili, che hanno però il merito di riproporre il tema delle Regioni a statuto speciale e dei loro privilegi un po’ fuori luogo. A maggior ragione in tempi di riflessione sui costi della politica.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli