02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Il Riesling dell’Oltrepò invidiato dai francesi ... L’Italia è terra di vini rossi e bianchi in egual misura, ma con i primi che finora hanno beneficiato di un vantaggio mediatico che li ha resi celebri a ogni latitudine. Cosa fare allora per annullare lo svantaggio?
La domanda se la è posta un gruppo di vignaioli dell’Oltrepò Pavese che pure di rossi se ne intendono, vista la predisposizione del territorio a produrre Croatina, Barbera e Pinot nero. Ma l’Oltrepò è anche terra di bianchi e pochi sanno che questa è la culla del Riesling, con oltre i.6oo ettari e almeno 2,5 milioni di bottiglie in produzione: forse poche per programmare una campagna promozionale ad hoc, ma certo tante per restare all’ombra di Bonarda e Barbera.
Di qui la decisione di Fabrizio Maria Marzi, enologo dell’antica azienda Travaglino di Calvignano della famiglia Comi dal i868, di farsi promotore, con un gruppo di altre aziende, della Valle del Riesling. Non si tratta di una strada del vino ma di una intera valle che coinvolge i comuni di Calvignano, Montalto Pavese, Oliva Gessi e parte di Casteggio, Mornico e Rocca de Giorgi.
Obiettivo dichiarato dell’iniziativa è “valorizzare un microterritorio con una produzione di Riesling eccellente che pochi conoscono e che - osserva Marzi - non solo è ottimo da bersi fresco, ma ha capacità di conservazione straordinarie che pochi altri vini hanno”. L’iniziativa presentata ieri al Vinitaly ha Ottenuto i complimenti da parte dei produttori della Mosella, che in fatto di Riesling (Renano) sanno il fatto loro. Un motivo sufficiente per avviare tra la Valle del Riesling e i colleghi della Mosella un progetto di gemellaggio che, non solo non risultavi siano precedenti nel settore vino, ma dà spessore internazionale al Riesling dell’Oltrepò.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli