02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Tassa su fumo e alcol per evitare i ticket ... Proposta della Puglia...Tassare i “meno virtuosi”, fumatori e bevitori, con un aumento di un euro sulle sigarette e di due euro su ogni bottiglia di superalcolico. È questa la provocatoria iniziativa che l’assessore alla Salute della regione Puglia, Alberto Tedesco, ha avanzato negli scorsi giorni per far fronte all’eventualità che il Governo non trovi la copertura delle addizionali di 10 euro sui ticket della visita specialistica. Sono infatti 834 i milioni da recuperare per le regioni nel 2008, se si vuole scongiurare la reintroduzione del ticket.
L’idea di Tedesco, anticipata sulle pagine della “Gazzetta del Mezzogiorno”, è stata discussa l’altro ieri nella riunione degli assessori e avrebbe dovuto essere proposta alla conferenza Stato-Regioni che si è tenuta ieri a Roma. L’intenzione iniziale era infatti quella di un’applicazione sul territorio pugliese, male difficoltà che sarebbero derivate dall’inclusione, in seno al corrente ordinamento, di un’iniziativa così fortemente autonomistica, hanno imposto una parziale marcia indietro. La legge di coordinamento generale prevista dalla modifica del Titolo V della Costituzione sulle autonomie locali, infatti, non esiste ancora. E l’idea di concepire la “tassa sul vizio” come “imposta di scopo” si scontra con il fatto che quest’ultima è una prerogativa dei comuni, per finanziare opere pubbliche. Altro problema, se una imposta di questo genere venisse applicata solamente a livello regionale, sarebbe poi quello della reale efficacia, almeno nelle zone di confine: un cittadino di Ginosa, in provincia di Taranto, potrebbe sempre decidere, infatti, di andare a comprare le sigarette a Matera, in Basilicata.
L’assessore Tedesco, però, chiarisce e difende la sua iniziativa, che ha suscitato alcune critiche, ma anche varie approvazioni: “La proposta - spiega - ha un forte valore di deterrenza e verrà avanzata, probabilmente a settembre, come linea di indirizzo, da intendere a livello nazionale. Ci sono misure di questo genere, di prevenzione e compartecipazione della spesa sanitaria, che hanno felice applicazione in molti altri Paesi. In Francia, per esempio, il rincaro sulle sigarette ha portato a una diminuzione dei fumatori del 32%”.
Ieri anche il presidente della regione Puglia, Nichi Vendola, in un’intervista alla “Gazzetta del Mezzogiorno” aveva espresso il suo parere favorevole, spiegando che “la tassazione sui beni voluttuari come fumo e alcol non deve scandalizzare, visto che è una filosofia che imperversa in molti Paesi, come gli Usa”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli