02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

La Gioiosa firma i vini Dop “garantiti” … Marketing. Accordo tra l’azienda vinicola e la Cantina sociale di Ormelle per rinnovare l’offerta… Prosecco, ma anche Pinot grigio, Merlot e altri vini tipici del territorio trevigiano. Puntano tutto sulla valorizzazione delle denominazioni di origine (protetta) due tra le aziende leader della Marca Trevigiana. Con un accordo di filiera, uno dei primi sottoscritti tra un’azienda privata e un enopolio, i presidenti Giancarlo Moretti Polegato dell’azienda La Gioiosa e Rino Cadamauro della Cantina sociale Ormelle, hanno deciso di dare vita a un piano pluriennale di investimenti in vigna e in cantina. L’obiettivo è quello di migliorare le selezioni viticole e i processi di vinificazione di prodotti a denominazione d’origine controllata tipici della zona.

Un progetto di partenariato “con il quale - spiega Moretti Polegato - la cantina di Ormelle diventa nostro fornitore privilegiato, garantendoci materia prima prodotta nel rispetto di standard qualitativi elevati e a basso impatto ambientale. Da parte nostra garantiamo il ritiro della fornitura stessa a valori incentivanti”.

Non è la prima volta che La Gioiosa sceglie per alleati i produttori di una cantina sociale. Risale a qualche anno fa l’incontro con la Cantina di Noventa, che poi sfociò in una vera e propria acquisizione della struttura produttiva. Ipotesi impensabile nel caso di Ormelle. L’enopolio guidato da Cadamauro è infatti tra i maggiori della Marca, con 500 soci fornitori, mille ettari di vigneti e una produzione di 200mila quintali di uve.

L’azienda della famiglia Moretti Polegato (la stessa che controlla il gruppo delle calzature Geox), fondata nella seconda metà del secolo scorso comprende i marchi Villa Sandi, Casa Gheller e Opere Trevigiane: nel 2007 ha prodotto 18 milioni di bottiglie per 60 milioni di fatturato di cui il 45% maturato sui mercati di circa 50 Paesi esteri. In testa la Germania, dove il Prosecco La Gioiosa è marchio leader. In forte crescita l’America, dove di recente la distribuzione di Villa Sandi è stata affidata a Folio, la nuova azienda commerciale di Michael Mondavi.

Per restare a nuovi accordi, interessante si presenta quello sottoscritto da tre aziende (Pignole, Porto Godi, Dal Maso) dei Colli Berici, nel Vicentino, che hanno dato vita al marchio “Qualithos” con il quale promuovere il “Tai rosso” che sostituisce il Tocai rosso.

E a proposito di nuovi marchi, c’è anche il lancio di una linea di prodotti rosè firmati dalla “Jeio” della Bisol di Valdobbiadene. Nome prestigioso nell’arena del Prosecco e del Cartizze di Fol (la collina vitata più cara in assoluto in Italia, con un milione di euro l’ettaro), l’azienda diretta da Gianiuca Bisol ha dedicato i nuovi vini al fondatore, il nonno Desiderio detto Jeio.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli