02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Il sistema dei ticket esteso a tutti i raccolti ... Allo studio del ministero del Lavoro il provvedimento per attuare la legge... I voucher per la vendemmia sono già pronti per un impiego più ampio e flessibile. Il decreto della manovra estiva ha infatti esteso il nuovo strumento a tutti i raccolti. La retribuzione con il ticket comprensivo di salario, contributi previdenziali e assicurazione sul lavoro scatterà per tutte le attività stagionali, dai campi alle stalle. E si viene così incontro alle richieste delle organizzazioni agricole che da tempo chiedono una maggiore semplificazione del mercato del lavoro con un taglio delle pratiche burocratiche richieste per assumere un lavoratore stagionale,
Per rendere operativa la nuova versione dello strumento occorre un decreto del ministero del Lavoro per regolamentare criteri e modalità attuative della nuova formula, Che potrebbe arrivare presto se, come ha dichiarato il ministro Maurizio Sacconi (si veda altro articolo in pagina) la sperimentazione avrà successo.

Il voucher dunque potrà essere impiegato per retribuire il lavoro occasionale in tutte le attività a carattere saltuario a condizione che siano impiegati esclusivamente studenti, sotto i 25 annidi età, e pensionati. Questi i paletti per tutte le imprese agricole. Deregulation invece per le mini-aziende, con un fatturato inferiore ai 7mila euro che non sono obbligate a iscriversi alla Camera di commercio e che sono esonerate dalla tenuta dei libri contabili. Questa tipologia di imprese, infatti, non ha l’obbligo di servirsi esclusivamente delle prestazioni di studenti e pensionati, ma può assumere chiunque. E stato questo un passaggio della legge molto controverso, con divergenze di interpretazioni tra organizzazioni datoriali e sindacati. E che ha portato anche a una correzione del testo. In una delle prime versioni del decreto era scomparsa la blindatura a studenti e pensionati. Ma immediata è scattata la protesta dei sindacati e il Governo ha corretto il tiro. Lasciando aperta però la finestra per le imprese meno strutturate. Non ci sono invece sconti per nessuno sul tetto dei ticket che serve a marcare la natura occasionale dell’attività lavorativa. Per tutti gli imprenditori infatti vale il limite 10mila euro utiizzabile entro un anno, mentre un lavoratore non può incassare più di 5mila euro.

Ma se lo strumento è valutato molto positivamente dagli imprenditori agricoli, restano forti riserve sul fronte dei sindacati. Secondo la Flai-Cgil il voucher non è idoneo all’emersione del lavoro nero. I dati sulla diffusione del ticket, secondo il sindacato, confermano la concentrazione al Nord, mentre non risultano acquisti nel Mezzogiorno e in particolare in Sicilia, regione a fortissima vocazione vitivinicola.
Netta bocciatura poi sulla possibile estensione all’intera platea dei lavoratori che porterebbe - sostiene la Flai “alla destrutturazione del mercato del lavoro agricolo”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli