02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Le Corti raddoppia i volumi ... Per la famiglia Corsini dieci milioni di investimento... L’investimento è stato di oltre 10 milioni. E i 50 ettari di vigneto Chianti Classico impiantati sono entrati per la prima volta a pieno regime produttivo nel 2008, con la prospettiva il prossimo anno di raddoppiare i volumi e il giro d’affari della fattoria Le Corti, nel comune di San Casciano Valdispesa, in provincia di Firenze, di proprietà della famiglia dei principi Corsini. “E stata una scommessa con una forte valenza patrimoniale, come quasi sempre accade in agricoltura, ma anche orientata al business”, spiega Duccio Corsini che dal 1992 ha riaperto la villa seicentesca, proprietà dal 1427 della famiglia che nel suo albero genealogico può vantare un santo (Andrea) e un papa (Clemente XII). “Siamo ripartiti quasi da zero - racconta l’imprenditore - puntando sul vino e sull’olio, rifacendo e allargando le vigne, rinnovando e ammodernando cantina e frantoio, e recuperando i casolari grazie a strumenti come l’affitto di lungo termine”. Tra le iniziative, anche l’organizzazione di manifestazioni fieristiche legate alla terra, come Alla Corte del Vino , arrivata alle tredicesima edizione (dal 23 al 24 maggio prossimi). Su due milioni di fatturato a fine 2008, solo la metà viene dalla vendita delle 150mila bottiglie di Chianti Classico prodotte e commercializzate per l’80% sui mercati internazionali. Il resto deriva dalle attività fieristiche e immobiliari. Con 20 dipendenti (di cui sette fissi), però l’azienda non ha ancora generato utili. “Quello che conta è la patrimonializzazione, ma con il 2010 dovremmo raggiungere il pareggio”, spiega Corsini. Merito del raddoppio dei volumi: 300mila bottiglie dei tre Gallo Nero prodotti (Le Corti, Cortevecchia e Don Tommaso), con la prospettiva di raggiungere i 3 milioni di ricavi complessivi. Il passo successivo sarà dividere l’attività commerciale da quella industriale. “Penso che nel 2009-2010 il settore del vino ripartirà e a quel punto dovrò investire sulle persone per fare il salto dimensionale”, dice Corsini. “Dopo aver sistemato la parte produttiva, che seguo in prima persona - conclude - mi sto guardando intorno per trovare un partner con cui gestire la distribuzione e sviluppare i mercati”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli