02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Sole 24 Ore

Hotel lusso, Antinori si allea con Accor ... La catena Accor, tra i leader mondiali dell’hotellerie (4mila alberghi in 90 Paesi), ha siglato un accordo con la famiglia Antinori, per rilevare la gestione dell’hotel di lusso Tombolo talasso resort, di Castagneto Carducci (Livorno). Il Tombolo è uno dei beauty-hotel a 5 stelle più noti a livello internazionale. L’accordo potrebbe preludere anche ad ulteriori progetti tra i due gruppi, visto che gli Antinori stanno investendo nel business della ristorazione e dell’hotellerie di alta qualità oltre che nel vino.
“Questa operazione si inserisce nel piano di sviluppo inltalia nel business degli hotel di lusso - commenta l’a.d. Accor hospitality Italia, Renzo Iorio -. I prossimi investimenti saranno realizzati a Napoli, Firenze e Venezia, d’intesa anche con altri partner. Contiamo entro l’anno, o ai primi del 2010 di arrivare a gestire una decina di hotel di fascia alta in Italia”.
Attualmente Accor conta nel nostro paese 45 strutture alberghiere (per lo più di fascia media) e i piani di sviluppo prevedono che venga raggiunta quota 100 alberghi entro il 2012, con un investimento globale intorno ai 400 milioni. “Il mercato è promettente nel medio termine, nonostante le difficoltà attuali -commenta Iorio - tant’è che abbiamo confermato tutti gli investimenti in Italia”.
“Siamo davvero soddisfatti di questo accordo - dice Fabio Guarducci, ad del Tombolo talasso resort -. L’accordo di management con Accor consentirà di competere negli anni a venire in un mercato in continua evoluzione, attraverso l’esperienza, il management e la visione di un grande gruppo”. Accor consentirà al Tombolo ulteriori sviluppi. .“Sono sicuro - conclude Guarducci - che l’accordo rappresenterà una prima tappa per lo sviluppo futuro di progetti dettati da una visione comune dell’ospitalità di alto livello”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli