02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi' Di Repubblica

La bottiglia - Quel rosso appena nato che sa di viole: i Moris nell’800 si occupavano di legna e carbone. Ora producono vini di qualità ... Le origini sono spagnole, ma la famiglia Moris è da secoli ben radicata in Toscana. Vaste proprietà in Maremma, oggi considerata zona fenomeno della viticultura, i Moris sono stimati tra i pionieri delle bottiglie di qualità. Nell’Ottocento si occupavano, oltre che di campagna, di combustibili: legna da ardere e soprattutto carbone (non male l’autodefinizione di “petrolieri del tempo”). Nel secolo appena finito, la vigna diventa core business dell’azienda, guidata da Adolfo Parentini e con l’apporto sapiente di Andrea Paoletti (agronomo) e Attilio Pagli (enologo). Il Morellino di Scansano, anche Riserva, e l’Avvoltore (base Sangiovese, con il contributo di Cabernet Sauvignon e Syrah) conquistano i palati e i mercati più esigenti. L’ultimo nato è il Monteregio 2001 dell’omonima Doc (creata nel 1994) ...

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli