02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi' Di Repubblica

La Bottiglia - Alle porte di Foggia un brindisi da Presidente. Dal 2000, Alberto Longo ha 35 ettari di vigneto e fa ottimi vini, da assaporare senza fretta. Come questo ... Cacc’e mmitte, che nome è? Svuota e riempi? Se si tratta di bicchieri, meglio andarci piano, specie con questa etichetta di un vino di tutto rispetto, da assaporare con gusto (come ha fatto il presidente Ciampi, in visita nel Foggiano). Altro che tracannare. Il produttore è Alberto Longo, di Lucera. E ci dà un’interpretazione plausibile: «Quando i piccoli viticoltori non avevano la cantina, i latifondisti affittavano loro i palmenti. Più la vinificazione era veloce, meno costava. Quindi, togli e metti».

Dal 2000 Alberto Longo ha non una ma due aziende (Cavalli e Celentano), 35 ettari di vigneto e attrezzature di cantina all’avanguardia. Agronomo Enzo Corazzina, enologa Graziana Grassini. Ammirevoli le prime bottiglie: una Falanghina accattivante anche nel nome (Le Fossette),. Un Negroamaro concentrato (Capotosto), e una rosato (Dannafele), un uvaggio Cabernet Franc-Merlot (Calcara Vecchia) assai promettente. Infine, ma non ultimo, questo Cacc’è mmitte di grande impatto.

E’ fatto con uva di Troia, Montepulciano e Bombino bianco. Rubino intenso con a sfumatura violacea della gioventù, bouquet fragrante di piccoli frutti maturi, coerente con il sapore pieno, di massiccia ma equilibrata ricchezza e bella armonia ... Sugli 11 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli