02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il Venerdi' Di Repubblica

La bottiglia ... Questo Fiano si affina in barrique, ma deve tutto alla terra... Un bianco che prende il nome da un masso ed è prodotto da un enologo che si sente soprattutto agricoltore... Il perché del nome. Chi va a vedere la vigna dove nasce questo Fiano e alza lo sguardo non ha bisogno di chiedere: c’è un grande masso incombente che pare sul punto di cade, ma non cade mai, è “incatenato” alla montagna. Il nome del produttore è famoso: Luigi Maffini, autore di alcuni tra i migliori vini campani (l’Aglianico Cenito, il Kleos, il passito di Fiano, il Fiano Kratos). Luigi è agronomo ed enologo, ha da sempre amicizia e sodalizio con il professor Luigi Moio, ma dice: “Noi siamo soprattutto agricoltori”. In altre parole, fanno il vino la terra e l’andamento climatico, non la cantina. Questo Pietraincatenata è dell’annata 2007 e il 2008 uscirà solo dopo l’estate. Vendemmia tra fine settembre e inizio ottobre, fermentazione e affinamento in barrique, pratica non consueta per i nostri bianchi. Ma non temete l’effetto-legno, qui è molto ben integrato. Impeccabile complessità, colore oro, ricco bouquet e struttura piena, calda e rotonda, eppure fresca. A Roma da Trimani, a Napoli all’Enoteca Dante, tra i 15 e i 18 euro.

Pietraincatenata 2007 Luigi Maffini

Castellabate (Salerno).

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli