02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La bottiglia ... In Maremma si beve “Ad Agio”, a tempo di musica... Avvocato mancato (ma vignaiolo felice) Giovan Battista Basile produce un sangiovese saporito, caldo e vivo... Nato sotto il Vesuvio, Giovan Battista Basile da quindici anni ha casa e vigna a Cinigiano, in Maremma, “Sono un avvocato mancato e un vignaiolo fellice”, dice. Con il fratello Domenico ha ricreato una piccola realtà produttiva rimasta “in sonno” per trent’anni. Quasi cinque ettari, impiantati nel 2001, e coltivati secondo le direttive dell’agricoltura biologica. La doc di riferimento è Montecucco. Il Montecucco rosso della Casa si chiama Cartacanta, come dire che non ha segreti. C’è poi un blend di Sangiovese (70 per cento) e Merlot affinato 24 mesi, tra legno e bottiglia, di nome Comandante (come papà Basile quando sta al timone della barchetta delle vacanze). E c’è il Sangiovese in purezza, la selezione del cuore: Ad Agio. Poche bottiglie, anche magnum, da bere seguendo il tempo musicale, che una volta si scriveva anche così, separato. E’ in commercio la vendemmia 2006 (dopo due anni in tonneaux e uno in vetro). Bel punto di rubino, profumi generosi e complessi (ciliegia, fiori, china, tabacco) e gusto saporito, caldo, vivo. A Milano all’Antica bottiglieria, a Caserta al Torchio sui 21-23 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli