02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La bottiglia ... Gli gnomi della Langhe fanno magie con la Barbera ... Gli gnomi hanno sempre nuove avventure da raccontare, finché ci sono nonni che le fanno vivere e bambini che le ascoltano. È così in casa Saffirio e lo sappiamo attraverso le belle etichette firmate da Josetta. Tutto è partito dal bisnonno Francesco, arrivato a Monforte dall’Alta Langa. È del ‘48 l’acquisto della prima vigna e giustamente un grande Barolo, nel 2008, è stato dedicato al fondatore col nome di Millenovecentoquarantotto. Si prese poi cura della vigna Ernesto, che ricopriva incarichi istituzionali e l’uva la vendeva. Fino a quando, anni Settanta, Josetta e il marito Roberto Vezza, insegnanti all’Enologica di Alba, chiusero il cerchio grappoli-bottiglia mettendo in etichetta le favole di famiglia. Oggi è al timone la quarta generazione: Sara, Molto lodati i tre esemplari di Barolo, il Nebbiolo, il Langhe rosso Ama (basato su Merlot) e l’unico bianco, da Rossese bianco. A noi è piaciuta molto la Barbera, ottima ambasciatrice del territorio; intensa, viva di frutto, succosa, ricca di sfumature, equilibrata. Gran bel bicchiere. A Torino da Rosso rubino, a Milano da Vini e sapori sui 13-14 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli