02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

La bottiglia ... Qui si punta tutto sul rosso che gioca con gli etruschi ... Ubaldo Brufani, classe 1923, cominciò a sognare di lavorare la campagna per sé quando lavorava quella degli altri, fin da ragazzo. E il sogno lo realizzò per gradi: prima un caseificio a Santa Maria degli Angeli, poi (nel ‘71) l’acquisto di terreni ad Assisi e Torgiano. La vigna era il suo orgoglio. Ora ha preso il suo posto il figlio Mauro. Con l’aiuto dell’enologo Maurilio Chioccia ha riorganizzato il vigneto: varietà autoctone. più Alicante e Petit Verdot, impianto di 5.500 ceppi per ettaro. Ne nasce per ora un solo vino, rosso, ma è previsto rarrivo di un bianco (Grechetto). Il vino è un Rosso di Torgiano: 70-80 per cento di Sangiovese più Alicante. Mauro Brufani, laureato in Agraria come i figli Lorenzo e Leonardo, ha imbottigliato la prima vera vendemmia nel 2010. Questo è 112011, bicchiere facile da apprezzare. Ricco di colore e di profumi dolci (dai frutti alle spezie), sorso pieno e morbido, succoso, tannini setosi, bella persistenza aromatica. L’etichetta, Cottaboi, richiama un antico gioco degli Etruschi (kottubos). A Spello (Perugia) da Vinosofla, a Roma da Trimani sui 12-13 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli