02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Il VenerdÌ Di Repubblica

Le bollicine non hanno alcuna fretta di brindare … Gianluca Ruiz De cardenas,
industriale milanese, compra
la prima vigna a Casteggio nel
1979. Ha una passione per il Pinot
nero e sa qual è la differenza tra
varietà che danno Pinot nero in
Boiogna e bollicine in Champagne. Si rivolge ai vivaisti francesi e fa il primo Pinot nero vinificato in rosso in Oltrepò. Che è territorio di Pinot
nero, ma quello da spumantizzare, e infatti riforniva gli spumantisti piemontesi della prima ora. Tre le innovazioni del padre del Pinot nero in Oltrepò: i doni borgognoni, la vinificazione in rosso e l’uso dei carati (come predicava Veronelli, non baniques). Il primo Pinot nero è del 1981. Due etichette: Brumano (esce solo nelle grandi annate) e Miraggi. I cinque ettari di vigneto in tre comuni (Casteggio, Torricella Verzate e Oliva Gesso danno vita anche a tre Metodo classico: un Brut, un Rosé e un Extra brut Blanc de blanc, la nostra etichetta La cantina è a Mairano, una frazione di Casteggio, e Armonia è l’anagramma scelto dall’arguto titolare. Armonia che non è solo in etichetta. Da diverse annate di uve Chardonnay, elaborate sui lieviti per 36 mesi almeno, offre perlage fitto, minuscolo e continuo, profumi di agrumi e frutti esotici. Al palato, freschezza, sapidità, mineralità. Buon rapporto qualità-prezzo. A Pavia all’enoteca I Crespi, a Milano da Enoclub Malfassi sui 15/17 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli