02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E MUSICA

Il vino “Lirico” di Pavarotti, il grande Maestro omaggiato con il “suo” Lambrusco

La Cantina di San Martino in Rio dedica “Lirico” un’etichetta limitata a Big Luciano, che sosterrà anche la Fondazione Pavarotti

Vino e musica, il connubio nel nome del talento artistico e del patrimonio enoico italiano. Non nasce a caso, quindi l’incontro tra il Lambrusco con uno dei nomi più importanti della musica classica contemporanea, Luciano Pavarotti. Ed è proprio in virtù di questa corrispondenza che la Cantina di San Martino in Rio, in Emilia Romagna, dedica al più grande tenore italiano un’etichetta, in duecentomila bottiglie, di Lambrusco dal nome “Lirico”.
Il vino, infatti, era una delle grandi passioni del maestro Pavarotti, originario di Modena, come già dichiarato da Nicoletta Mantovani a WineNews: “era un grandissimo amante del Lambrusco, ma anche del Ripasso”.
L’operazione, con il benestare della vedova Pavarotti, avrà un risvolto culturale, infatti una parte del ricavato su ogni singola bottiglia sarà destinato alla Fondazione Pavarotti attiva nel mantenimento della memoria del Maestro e nel sostenere i giovani talenti della lirica.
L’azienda Cantina di San Martino in Rio, dedicata maggiormente alla commercializzazione di prodotto sfuso, ha deciso dunque di dar valore al proprio prodotto nel ricordo del grande Maestro Luciano Pavarotti, con queste 200.000 bottiglie che saranno veicolate nel canale Horeca. Nei ricordi del presidente della Cantina, Roberto Baccarani, Luciano Pavarotti era un grande appassionato del Lambrusco di San Martino in Rio e lo beveva insieme all’amico fraterno Franco “Panocia” Casarini.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli