02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FOOD E IMPRESA

“In Cibum Lab”, in Campania il laboratorio di innovazione dedicato al mondo del food

Accelerazione imprenditoriale, sperimentazione ed idee con un network di docenti universitari, chef stellati e imprenditori
FOOD, IN CIBUM, IN CIBUM LAB, INCUBATORE, STARTUP, Non Solo Vino
La sede di In Cibum

Secondo una recente ricerca della Coldiretti, il food in Italia vale 538 miliardi di euro, il 25% del Pil, e l’Italia è anche il Paese europeo con il maggior numero di startup tecnologiche applicate all’agroalimentare - secondo il Rapporto 2019 dell’Osservatorio Smart Agrifood della School of Management del Politecnico di Milano -, mentre da quanto emerge dal rapporto “The State of European Food Tech 2019” sono stati 2,3 i miliardi di euro investiti lo scorso anno in startup del settore, con l’Italia al quarto posto, per percentuale di round dei venture capital in startup food-tech dopo Regno Unito, Francia e Germania. Insomma, il mercato legato al cibo e, in particolare, all’innovazione applicata al cibo e al food related, è in costante crescita, e per alimentare e intercettare questo trend Formamentis Group, tra i più importanti player della formazione e della ricerca di personale in Italia, dopo il lancio di “In Cibum”, la prima Scuola di Alta Formazione Gastronomica del Sud, Pontecagnano Faiano (Salerno), lancia “In Cibum Lab”, tra i pochi incubatori in Italia specializzati nel settore, in partnership con brand di primo piano del settore come Illy, Electrolux Professional, Petra Molino Quaglia, Monograno Felicetti, D’Amico e Robo. Aperto a imprese costituite o in fase di costituzione del settore food e foodtech, è un laboratorio di innovazione che mette insieme servizi di accelerazione imprenditoriale con l’opportunità di sperimentare soluzioni e idee grazie alle attrezzature della Scuola e grazie a uno strutturato network di competenze formato da docenti universitari, chef stellati, imprenditori e operatori del settore.
La call per l’ammissione alla prima edizione sarà presentata il 28 febbraio da Giuseppe Melara, presidente e Amministratore Delegato di Fmts Group, Valeria Fascione, Assessore alle Start up, Innovazione e Internazionalizzazione della Regione Campania, ed Enzo Vizzari, coordinatore scientifico di In Cibum e Direttore delle Guide de L’Espresso. Ai progetti selezionati verrà offerto un “Grant Award”, pari alla copertura totale degli oneri di partecipazione al programma di accompagnamento e di accelerazione della durata di tre mesi, convertibile in equity all’interno del capitale dell’impresa, in linea con quanto avviene all’interno dei più importanti hub di accelerazione italiani. Dopo la selezione, le startup accedono ad un programma di 12 settimane durante il quale hanno la possibilità di consolidare il proprio modello di business e si preparano ad affrontare investitori, mercato e i propri obiettivi di crescita attraverso la definizione di strategie di go-to-market, internazionalizzazione, piani per lo scale-up industriale e lo sviluppo di prodotti grazie alla contaminazione di realtà e approcci differenti e complementari.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli