02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Indagine Doxa/Unaitalia: gli italiani amano le ricette tradizionali della nonna, e chi meglio delle Cesarine le tramanda? Sono 300 in tutta Italia e offrono agli ospiti sapori tipici del territorio, ma non solo, difendono anche la biodiversità

Non Solo Vino
Gli italiani amano le ricette tradizionali della nonna, e chi meglio delle Cesarine le tramanda ...

Gli italiani sono interessati alle innovazioni in cucina, ma se devono scegliere, preferiscono le ricette tradizionali della nonna: una ricerca Doxa - Unaitalia ha evidenziato come 8 italiani su 10 preferiscono la cucina casalinga alle ricette complesse e gourmet (WineNews ne ha già parlato https://goo.gl/foQrQS). E chi meglio delle Cesarine può essere simbolo delle nonne di tutta Italia? Sono circa 300 signore, distribuite su tutta la penisola, e offrono ai loro ospiti - stranieri e italiani - gli autentici sapori del territorio nazionale: cuoche - massaie per passione, le Cesarine aprono le loro case e imbandiscono le loro tavole cucinando, preservando e facendo conoscere i piatti e le ricette della tradizione regionale dal 2004 (www.cesarine.it).
Con l’indagine Doxa - Unaitalia, le Cesarine non possono che confermarsi portatrici di biodiversità e pioniere della tendenza ormai diffusa di riscoperta degli antichi sapori della tradizione culinaria e di valorizzazione di un sistema gastronomico omogeneo, quello italiano, composto da un puzzle di cucine diverse ma tutte accomunate dall’origine autenticamente nazionale.

“Questo trend valorizza l’essenza stessa delle cesarine - commenta Davide Maggi, ad di Home Food, associazione che seleziona le Cesarine in tutta Italia - ovvero la dimensione simbolica e rituale dei pasti cucinati in casa: la forza d’attrazione di un pasto all’italiana è il valore aggiunto che il carico di storia e di significati rituali - conviviali porta con sé. Nel Belpaese mangiare certi piatti equivale a immergersi in un giacimento di sapori, storie, gusti e profumi che gli stranieri hanno scoperto prima di noi e che ora sono sempre più cercati anche dagli italiani”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli