02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

“Italian Wine Cup”, il vino italiano al bicchiere e “monodose”, pensato soprattutto per i mercati stranieri. Nel progetto anche la veneta Viticoltori Ponte. Ordini già per 120.000 pezzi, ma si punta al milione entro la fine dell’anno

Italia
Arriva Italian Wine Cup, vino italiano al bicchiere monodose: ordini da Giappone già per 120.000 pezzi

Dalla bottiglia al bag in box, fino al bicchiere monodose. Il vino cerca ogni formato e canale per allargare i propri spazi, soprattutto all’estero e nei mercati meno maturi ma, per questo, anche meno restii a sperimentare formule che, dove il consumo di nettare di Bacco è già storicizzato e radicato, rischiano di essere bollate, nel migliore dei casi come semplici stravaganze. E così, in queste ore, stanno per essere “imbicchierati” i 120.000 pezzi, pronti a partire per il Giappone, di “Italian Wine Cup” (www.italianwinecup.com), nuovo marchio creato ad hoc che vede in campo, tra i partner del progetto e come fornitore di vino, la veneta Viticoltori Ponte.
“È un esperimento per ora, ma contiamo di arrivare già ad 1 milione di bicchieri entro la fine dell’anno”, spiega a WineNews il dg di Ponte Massimo Benetello. I vini, per ora, sono Chardonnay, Merlot e Rosè, tutti Igp Veneto.
Una strada, questa del vino al bicchiere monodose, per altro già percorsa da“Espresso Wine” (www.espressowine.it), nel 2013. Se sarà un successo, allora come oggi, lo diranno il tempo ed il mercato.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli