02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

L’agricoltura urbana e periurbana sono il futuro dell’umanità, viste le stime che vedono entro il 2050 6,3 miliardi di persone vivere nelle zone urbane: da qui nasce il progetto europeo “Madre”, catalogo di buone pratiche per la nuova agricoltura

Non Solo Vino
Agricoltura urbana fondamentale per il futuro, nasce progetto Madre

Secondo le ultime stime, entro il 2050 6,3 miliardi di persone vivranno in aree urbane. E che fine farà l’agricoltura? Già da tempo sono nati nelle maggiori città in tutto il mondo esperienze di agricoltura urbana e periurbana, ma ancora nessuna gode della necessaria attenzione da parte delle politiche pubbliche. Da qui il punto di partenza di “Madre - Agricoltura metropolitana per lo sviluppo di un’economia innovativa, sostenibile e responsabile”, progetto europeo iniziato nel febbraio 2017 e che proseguirà fino a luglio 2018, di cooperazione territoriale che punta a cambiare il modello di approvvigionamento alimentare delle metropoli. Si tratta quindi di un catalogo delle buone pratiche di agricoltura urbana e periurbana, che con un budget totale di 1,17 milioni di euro e cofinanziato per 99.000 euro dal programma Interreg Med, raccoglie 36 buone pratiche identificate nelle sei aree metropolitane associate al progetto, che sono Bologna, Barcellona, Marsiglia, Montpellier, Salonicco e Tirana, in termini di innovazione per gli agricoltori, innovazione sociale e per i consumatori, ricerca accademica, innovazione territoriale e transnazionale.

Con questo progetto, si vuole creare un’alternativa, in vista del sempre maggior numero di abitanti che le città avranno in futuro (ma non troppo lontano), seguendo però una filosofia green e sostenibile, sia dal punto di vista produttivo che sociale: creando una mappa degli stakeholder chiave per l’agricoltura urbana e periurbana mediterranea e connetterli sarebbe un primo passo, per poter poi identificare buone pratiche sviluppate e consolidare le conoscenze acquisite. Ci sarà sicuramente bisogno di valutare il rendimento in termini economici, ambientali e sociali dell’agricoltura urbana e periurbana e promuovere poi le pratiche più rilevanti e innovative e facilitarne la replica e l’adattamento in altri territori.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli