Slow Wine 2024
Allegrini 2024
M&A

L’80% delle quote di Savini Tartufi al fondo di Private Capital “Italian Fine Food”

La storica impresa del tartufo, con 100 anni di storia ed un fatturato di 10 milioni di euro, primo tassello del nuovo gruppo del fino food italiano
ITALIAN FINE FOOD, M&a, PRIVATE CAPITAL, TARTUFO, URBANI TARTUFI, Non Solo Vino
Cristiano Savini, ad di Savini Tartufi

Savini Tartufi, la storica famiglia di imprenditori del tartufo, con 100 anni di storia alle spalle, che, negli ultimi cinque anni, ha raggiunto stabilmente un fatturato aggregato di oltre 10 milioni di euro, esportando il 65% della propria produzione in oltre 40 Paesi, ha ceduto l’80% delle quote al fondo di Private Capital “Italian Fine Food”, promosso da Avm Gestioni Sgr Spa Gestore EuVeca Società Benefit, con l’obiettivo di valorizzare le eccellenze regionali del food Made in Italy.
L’operazione è un primo tassello per la creazione di un campione del fine food italiano, su cui lasciar esprimere le potenzialità del settore attraverso una crescita organica basata - oltre che su future acquisizioni - sulla diversificazione, a partire da un’iniezione di risorse per finanziare il piano di sviluppo. Il gruppo opererà per ottenere una crescita organica che mira all’internazionalizzazione e alla diversificazione, creando nuove sinergie e rafforzando il patrimonio aziendale grazie ad un aumento delle risorse che ne finanzieranno la crescita.
“Italian Fine Food nasce con l’ambizione di valorizzare e realizzare il grande potenziale e l’eccellenza del Made in Italy nel cibo e nei prodotti di qualità. Con questa operazione vogliamo creare qualcosa di totalmente nuovo e in grado di contraddistinguersi nel panorama internazionale”, commenta Giovanna Dossena, Principal Avm Gestioni.
“Questa operazione è stata fatta con grande consapevolezza, per poter dare la possibilità al brand Savini Tartufi di crescere con nuova energia vitale e finanziaria. Oggi per migliorare è necessario guardare oltre, e ancora una volta lo abbiamo fatto consapevoli che da soli non si può arrivare troppo lontano. Questa nuova strada è il percorso più giusto da intraprendere per andare oltre al sogno iniziato da mio nonno”, ha aggiunto Cristiano Savini, ad Savini Tartufi, confermato alla guida dell’azienda. Stefano Filippini, partner Avm Gestioni, che ha seguito l’operazione, sottolinea, infine, come “il tartufo ha ottenuto, nell’ultimo decennio, un proprio posto di rilievo all’interno dei mercati nazionali ed internazionali, caratterizzandosi quale prodotto per la convivialità e superando la stagionalità. Da qui è nata l’idea di creare un campione in grado di cogliere tutte le opportunità generate dalla possibilità di unire le forze dei migliori player del settore”.

Copyright © 2000/2024


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2024

Altri articoli