02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
LA CURIOSITÀ

La cucina contamina Sanremo: Bastianich in giuria del Festival, e arriva “Buon appetito, fiorellino”

Nei prossimi giorni la città ligure sarà “capitale” della musica, in marzo ospiterà il primo “Festival della Cucina con i fiori”
Cucina, FESTIVAL DI SANREMO, FIORI, JOE BASTIANICH, Non Solo Vino
A Sanremo il primo Festival della Cucina con i Fiori

La passione e la mania per la cucina contaminano ormai ogni settore ed ogni forma. E così, ce il celeberrimo “restaurant man” e giudice storico di MasterChef (ma anche musicista) Joe Bastianich sarà nella giuria d’onore nell’edizione n. 69 dello storico Festival di Sanremo che inizia domani, nella città ligure “capitale” della canzone italiana, ma anche dei fiori, tra un mese esatto sarà di scena anche la finale di “Buon appetito, fiorellino”, il primo contest nazionale dedicato alla cucine con i fiori, il prossimo 5 marzo a Villa Ormond.
In gara ci saranno 41 ricette realizzate da altrettanti food-blogger italiani, in prevalenza donne, dove i fiori dovranno essere rigorosamente utilizzati come ingredienti dei piatti e non come semplice ornamento. Da oggi al 15 febbraio, la giuria dell’evento effettuerà una prima selezione, individuando le dieci migliori ricette delle quali, tuttavia, soltanto tre si contenderanno un posto nella finalissima, nel primo “Festival della Cucina con i fiori”. Sarà una giuria di chef e giornalisti enogastronomici a valutare le tre ricette, che si sfideranno in una prova dal vivo aperta al pubblico.
A determinare il podio, in perfetto stile MasterChef, sarà una “mistery flower box”, una scatola con dei fiori a sorpresa all’interno, che i candidati dovranno utilizzare improvvisando una ricetta.
L’evento è promosso da Aifb, Tre Civette sul comò foodblog, Crea Sanremo, Fondazione Villa Ormond di Sanremo, Ravera Bio, Associazione Ristoranti della Tavolozza e Zem Edizioni.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli