02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Le bollicine italiane surclassano lo champagne. Quest'anno anche Bush brinderà a spumante ... Adesso che anche un guru del vino come Robert Parker su «Wine advocat» ha messo le bollicine italiane al pari di quelle francesi, un altro mito è caduto. Lo spumante italiano di classe gareggia con lo champagne francese non solo sulle guide enologiche ma anche nelle preferenze dei consumatori, che per questo fine 2001 hanno decretato il successo dei vini di casa nostra con una schiacciante maggioranza. Non solo a fine pasto Secondo l'Osservatorio del Salone del vino, su 400 titolari di enoteche il 61% decreta il sorpasso dello spumante sullo champagne con un incremento delle vendite delle etichette italiane del 17% contro il 12% delle francesi. E mentre con le bollicine italiane di Franciacorta brinderanno anche alla Casa bianca e nel ranch texano dei Bush, gli italiani si preparano a bere bene per la notte di Capodanno, soprattutto se trascorsa in famiglia, ad assaporare il piacere del convivio, alla ricerca della bottiglia da ricordare. Cambiano i gusti e le tendenze: non solo bollicine per i brindisi, ma a tutto pasto (nella versione «satèn», meno gassata). Ma a fine pasto si affermano anche i vini rossi spumanti come il Brachetto o i grandi prosecchi (come il Cartizze di Bisol), e per il dopo pasto superbi passiti come il Privilegio di Feudi San Gregorio, il superpremiato Latinia '99 della Cantina sociale di Santadi, il Moscadello di Montalcino di Banfi o l'Albana passita Scacco Matto della Fattoria Zerbina. Un po' di prezzi Ma quanto costano le bollicine italiane? Sotto le 10.000 lire non c'è quasi niente; tra le 20 e le 25.000 troviamo marchi affermati come Berlucchi, Ferrari, Cesarini Sforza. Da 25 a 40.000 lire i Franciacorta «satèn» di Monterossa o di Ricci Furbastro o il Brachetto d'Acqui di Banfi. Fra le 50-100.000 lire arrivano i grandi rosè come quello di Cà del Bosco o il Giulio Ferrari Riserva del fondatore o il brut di Bellavista.
Se poi proprio volete lo champagne, preparatevi a spendere mediamente di più. Si parte dalle 30-40.000 lire fino al mezzo milione del Veuve Clicquot millesimeé rosé. Da tenere d'occhio l'emergente Jacquart, il numero uno in Francia per rapporto qualità-prezzo.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli