02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Vino, vince la qualità ... Sempre più larga la forbice dei prezzi tra vini rossi e bianchi, e sempre più profondo il gap tra vini di qualità e vini da tavola. Partiamo dai prezzi dei vini da tavola che vanno a picco soprattutto al Sud, dove si stanno smaltendo le enormi giacenze solo grazie alla distillazione di crisi autorizzata da Bruxelles (88 milioni di euro pioveranno sul nostro Paese); sempre al galoppo invece i prezzi dei vini di qualità (Doc e Docg) con i rossi in evidenza che nel 2001 hanno registrato un aumento medio del 24% sul 2000. Si difendono i bianchi Docg e Doc che accusano un calo dei prezzi limitato allo 0,94%, che - dice l'Ismea - può essere considerato un dato 'non negativo' se si tiene conto della tendenza della domanda a privilegiare i rossi. Per i vini da tavola invece non c'è pietà: il segno è comunque negativo, sia per rossi (-4%) che per i bianchi (-3,75%). Sui dati Ismea l'Osservatorio del Salone del vino ha elaborato una classifica degli aumenti dei vini di qualità nel 2001 con risultati eclatanti: il prezzo del Chianti dei Colli senesi è quasi raddoppiato (+92,5%), il Chianti Docg cresce del 70%, il Chianti classico del 48%, la Vernaccia di San Gimignano (onore a questo grande bianco) quasi del 49%. Una classifica dove, accanto ai grandi toscani, piemontesi e veneti (i vari Barbera, Dolcetto, Valpolicella) spuntano a sorpresa anche due emiliani. Si tratta dei Lambruschi Doc di Sorbara e Grasparossa di Castelvetro con performances di prezzo davvero notevoli: Sorbara fa quasi +52%, Castelvetro +13%. E' la conferma che, dopo i successi del Sangiovese romagnolo anche l'Emilia si sta mettendo al passo con uno dei suoi vini-vitigni più noti (80 milioni di bottiglie) ma che, fino a qualche anno fa, era considerato un prodotto di serie B, una bevanda alcolica frizzante, un 'wine-cola' come lo definivano gli americani quando lo mandavamo oltre Oceano persino in lattina. Poi, anche qui, una lenta rinascita, favorita anche dagli espianti che hanno fatto pulizia sul mercato e con produttori che hanno riscoperto la qualità sia in cantina che nel vigneto ...

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli