02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Le nuove vie del vino ... Ci sono le strade del vino ufficiali, quelle timbrate dalla legge e segnalate da appositi cartelli colorati e snocciolati lungo il tragitto, e ci sono quelle gaudiosamente scoperte cantina per cantina, con l'unica indicazione di massima di fidarsi del genio contadino di Silvano Formigli e della sua selezione fattorie, ovvero di uno dei gruppi di produttori di qualità dell'enologia italiana. Dunque mirate bene la conca d'oro di Panzano, come viene chiamato, in omaggio alla vocazione vitinicola, quel microcosmo nel cuore del Chianti classico dove sta Villa Cafaggio. Cosa c'è in questa fattoria di Panzano in Chianti, in provincia di Firenze? Ci sono la gustosa vinosità e la spremuta di frutta matura del Chianti classico docg che introduce un crescendo rossiniano ... Sempre in provincia di Firenze, località Capraia e Limite, c'è la Tenuta Cantagallo dove, oltre allo splendido Chianti Montalbano riserva che finisce in commercio tre anni dopo la vendemmia, troverete anche un singolare bianco, il «Carleto», riesling renano dal legno morbido (sei mesi in barriques) e da cucina mediterranea. Siena è un calice lussurioso. Filippo Fanti a Castelnuovo dell'Abate, a pochi metri dalla millenaria abbazia dei S.Antimo ora ripopolata da frati francesi che ricantano il Gregoriano, firma un rosso di Montalcino che solo dopo avere assaggiato il Brunello scoprirete non essere il top della casa ... Prima di lasciare il senese e la Toscana, d'obbligo una tappa a Montalcino con tre raccomandazioni per una sola azienda, la «Vigneti dei Cottimelli» di Fuligni ... il suo Brunello di Montalcino docg: rosso rubino, grande equilibrio acido-alcolico, tannini morbidissimi che lasciano una gradevole sensazione vellutata. La grassa Emilia ci regala emozioni raffinate grazie alla tenuta Bonzara di Monte San Pietro (Bologna) che ha riscoperto il Pignoletto, antico vitigno autoctono dei Colli Bolognesi ... E le Marche? Sorprendono. Col filo conduttore dei vitigni autoctoni il «povero» Maceratini ha trovato aulica dignità nel Colli Maceratesi doc di Villa Forano di Appignano (Macerata) che produce anche un Rosso Piceno di eccellente qualità. Lanari di Varano (Ancona) si distingue invece per un rosso Conero di grande corpo come il Fibbio, mentre Laurentina di Montecarotto (Ancona) e Cimarelli di Staffolo hanno sul mercato una selezione di Verdicchi invidiabile con rossi insospettabili: dalla selezione di Rosso Piceno Laurentina al Grizio di Cimarelli il passo è, felicemente, breve. Infine, fuori circuito Selezione fattorie, occhio alla Lombardia: se fino ad ora parlando di questa regione ci vengono alla mente le bollicine della Franciacorta, che si conferma una grande realtà, ora bisogna anche allargare gli orizzonti alla Valtellina. Da non perdersi (tra l'altro): l'austero e complesso Sforzato 99 di casa Triacca, a Villa di Torano di Sondrio, ottenuto da uve nebbiolo di bassa resa e che regala sensazioni di cuoio e frutta passita.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli