02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

Grandi bottiglie a piccoli prezzi ... Un Chianti che ha stile ... Quando grandi banche o assicurazioni vestono i panni dei vigneron, la sfida è fare come, se non meglio, dei comuni privati. E il caso di Agricola San Felice, tenuta storica del Chiami Classico che - entrata nell’orbita del gruppo Allianz - dalla fine degli anni ‘70 è bandiera del Tuscanyshire non solo per il vino ma anche per la bellezza del borgo medievale ristrutturato, per la raffinatezza dell’ospitalità a cinque stelle, per la pregiata produzione di olio. San Felice sta nel sud del Chiami, quello più dolce. Basata a Castelnuovo Berardenga, i vigneti si estendono per 140 ettari, quasi tutti a sangiovese, anche se non mancano gli internazionali e qualche autoctono toscano come il Pugnitello, disperso e oggi rinato. Fuori dai confini del Chianti Classico San Felice ha due proprietà: Campogiovanni a Montalcino e la maremmana Tenuta Perolla. E recentemente il Brunello 2006 di Campogiovanni è risultato primo dei vini italiani, quarto a livello mondiale nella prestigiosa classifica Top Hundred di Wine Spectator. Il Chianti Classico è il must aziendale. Il millesimo 2008 è all’altezza delle attese di chi cerca uno stile classico, senza fronzoli, adatto a tutte le occasioni. Il naso è bello nitido di sottobosco e viola mammola; al gusto è di media struttura, magro, dinamico, pieno di energia, tannini delicati. In enoteca sugli 11 euro.

Chianti Classico 2008, San Felice

Info: www.agricolasanfelice.it

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli