02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione / Il Giorno / Il Resto Del Carlino

La protesta Coldiretti ... Lotta agli inganni dal “finocchiono” all’ “olio Firenze” ... Il “reato” più odioso, al gusto e all’italiano, è sicuramente il “finocchiono”, un insaccato made in Romania spacciato per prodotto toscano. Poi ci sono un olio “Firenze” fatto con olive di troppi Paesi, un salame toscano prodotto in America, un “Tuscan moon”, sangiovese prodotto nella Napa Valley e una valanga di formaggi che richiamano quelli toscani solo con il nome. Per alzare il sipario su questo “salone degli inganni”, un diluvio di sofisticazioni, contraffazioni e concorrenza sleale che mettono a rischio le produzioni agricole toscane, il paesaggio e la cultura della campagna, oggi si mobiliterà la Coldiretti. Circa mille agricoltori daranno vita stamani a un presidio di fronte alla sede del consiglio regionale, regaleranno la vera pesca toscana ai passanti, e poi presenteranno un dossier su tutte le attività illecite e le etichette ingannevoli che rappresentano una minaccia per l’agricoltura. Oltre a rappresentare un business milionario per imprese, legali e non, e abbindolare consumatori attratti da un logo che non ha rivali al mondo. Coldirerti chiede chiarezza, trasparenza, controlli per difendere la qualità delle produzioni agricole e alimentari, soprattutto al governo della Regione. Alla mobilitazione contro gli inganni interverranno il presidente di Coldiretti Toscana Tulio Marcelli e il direttore Roberto Madde.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli