02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Nazione

Feste vip e laboratori sensoriali. Un’agenzia di giovani nata nel Chianti vola sul web ... Nell’antichità le baccanti erano sacerdotesse che invocavano il dio del vino per celebrare i piaceri della vita. La stessa filosofia e lo stesso spirito ludico rappresentano oggi l’obiettivo strategico di un team di giovani tour operator toscani, che non a caso ha intitolato alle seguaci di Bacco la propria webagency.
Le “Baccanti” di oggi sono una quindicina di esperti di turismo e agroalimentare, guidati dal giornalista Filippo Bartolotta e dall’agronoma Vannessa Held, tra i 20 e i 35 anni. L’agenzia promuove eventi aziendali e tour privati con una formula capace di sedurre i migliori gourmet e incantare star come Dustin Hoffman ed Emma Thompson. Anche se la sede legale è nel Chianti, il cuore operativo delle Baccanti batte sul web. Nel sito si trovano i prodotti aziendali:
intrattenimento per eventi di lavoro, percorsi enogastronomici, laboratori sensoriali, videoperformance di degustazione. Tokyo, New York, Parigi e Londra, senza contare la Toscana, hanno accolto nei loro più prestigiosi scenari gli eventi organizzati dalla webagency.
Il segreto di questo successo lo svela Filippo Bartolotta. La filosofia delle Baccanti è il risultato dell’unione di due mentalità, quella anglosassone, che concepisce i meeting di lavoro come intrattenimenti per motivare, e quella italiana, dove il divertimento si unisce alla professionalità. Altro asso nella manica è la capacità comunicativa evocata dal gioco e da performance quasi teatrali. Un esempio? L’evento organizzato per la fusione di una banca francese con una inglese. Per sancire l’unione è
stata preparata una degustazione di vini dei rispettivi paesi. Una chiave per svelare ai clienti i segreti del palato e dell’olfatto. Un altro format utilizzato è quello dei Grandi capolavori dell’arte agroalimentare. Davanti ai maestri senesi del ‘300, vengono abbinate musiche a vini: l’arpa per sottolinearne la mineralità, il flauto per la soavità, l’orchestra per la complessità.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli