02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

La Repubblica / Affari & Finanza

E tra gli scaffali spunta il sommelier ... La cantina al supermercato. Il sommelier in mezzo agli scaffali. L’iniziativa di educare al buon bere anche i clienti della grande distribuzione è della Esselunga che in 22 dei suoi circa 130 punti vendita ha inaugurato da tempo l’angolo delle etichette cult: Sassicaia, Dom Perignon, Châteaux Margaux, accanto agli ultraeconomici Tavernelli. Vini di tutti i giorni e vini per palati più raffinati. Ora tra le etichette di fascia alta spunta anche Leda, il bianco appena creato da Giancarlo Aneri, il creatore delle bollicine Ferrari, creatore di «E’ Tri Caffè», il caffè che si beve nelle stanze del Quirinale. Aneri è tornato a produrre in proprio partendo dal Prosecco di Valdobbiadene, passando per l’Amarone e il Chianti, vini venduti a 25 capi di Stato, come Putin e Bush, bevuti in occasioni di alta rappresentanza, come il G8 di Genova. Ora ecco la nuova creazione, un bianco, un blend di Pinot Bianco, Chardonnay, Sauvignon, Müller Thurgau e un altro vitigno tenuto segreto, che ha dedicato alla moglie Leda. Il vino, già esaurito, è stato distribuito solo a ristoranti e hotel ritenuti validi dallo stesso Aneri, che tra i canali di vendita ha riservato però uno spazio anche alla Esselunga. Un segnale delle nuove tendenze. Il mercato si sta riprendendo, dicono le ultime rilevazioni diffuse dall’Osservatorio Salone del Vino, il Centro Studi di Promotor International che ha registrato due trend: tirano i vini da alimento oppure quelli da sogno. I due estremi della piramide dei consumi, la base e il vertice, sono fuori dalla crisi. Stentano invece a riprendere le vendite le bottiglie di fascia intermedia, quelle tra i 15 e 30 euro.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli