02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
AGRICOLTURA & TECNOLOGIA

La rivoluzione tecnologica in agricoltura: i dati in Italia dell’Osservatorio Smart AgriFood

Nonostante finanziamenti pari a “solo” 25 milioni di euro, le startup stanno rivoluzionando il settore agricolo del Belpaese
AGRICOLTURA, SMART AGRIFOOD, START UP, Non Solo Vino
L’Osservatorio Smart AgriFood fotografa la rivoluzione tecnologica agricola in Italia

Se è vero che il futuro dell’agricoltura sta nel suo passato, vero è anche che non si può certo far finta che la rivoluzione tecnologica non la tocchi. Il ritorno alle origini del settore agricolo italiano, con la riscoperta della biodiversità, delle specie naturali dimenticate, coinvolge sempre più produttori lungo lo Stivale: ma lo sviluppo del settore ha bisogno anche delle innovazioni. Che, secondo i dati dell’Osservatorio Smart AgriFood, non mancano nel Belpaese: dallo studio dell’Osservatorio risulta che, nonostante i finanziamenti tutto sommato contenuti, di “soli” 25 milioni di euro, le startup stanno rivoluzionando il comparto AgriFood. Il 58% delle startup italiane (sono 98 quelle censite dall’Osservatorio, ma lo studio, che sarà presentato nel 2019, contiene anche un benchmarking a livello internazionale su oltre 1000 startup Smart AgriFood) ha ricevuto almeno un finanziamento in forma di private equity. Tuttavia, solo per il 46% delle startup l’ammontare del finanziamento è noto e nel complesso si parla di circa 25,3 milioni di Euro. Il 67% del finanziamento complessivo è stato raccolto da neo-imprese operanti nell’e-commerce. Cifre per niente sconvolgenti quindi, che non fermano però la rivoluzione tecnologica, che si conferma comunque traino dell’innovazione nello Smart AgriFood, attraverso Big Data analytics, per il 42%, i sistemi IoT, il 23&, e Droni (5%) e Blockchain (3%). Ma dove la tecnologia opera di più? In testa c’è il settore lattiero-caseario, che rappresenta il 4% delle startup italiane AgriFood, ma dove le nuove tecnologie sono in grado di offrire maggiori servizi, come il monitoraggio del benessere animale e il controllo della qualità dei prodotti da lontano.
Altro dato interessante, è quello che vede il 50% delle startup censite opera anche nell’e-commerce: il 10% offre piattaforme per il food delivery, il 35% per la commercializzazione di prodotti dell’agroalimentare. Il 20% delle imprese coinvolte nello studio inoltre, offre soluzioni di Agricoltura 4.0., come monitoraggio remoto delle coltivazioni, la mappatura del terreno e i trattamenti irrigui, di fertilizzanti o diserbanti.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli