02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
CORONAVIRUS E SOLIDARIETÀ

Le Donne del Vino: il vino contro il Covid-19 sull’asse Italia-Cina, con il Project Ganbei

Obiettivo è fare rete coinvolgendo vino, ristorazione e distribuzione, per acquistare materiale sanitario e sostenere chi è in prima linea
CINA, CORONAVIRUS, DONNE DEL VINO, ITALIA, Italia
Le Donne del Vino: il vino contro il Covid-19 sull’asse Italia-Cina, con il Project Ganbei

Tra le tante iniziative a sostegno di chi lotta in prima linea contro il Coronavirus che continuano ad arrivare dal mondo del vino e dell’enogastronomia, ce n’è una tutta la femminile, davvero peculiare, che si muove sull’asse Italia-Cina, i due Paesi, fino ad oggi, colpiti di più e per primi dalla pandemia. A firmarla Le Donne del Vino, perchè da Whuan a Bergamo, da Shanghai a Milano, da Ancona a Shenzhen, la solidarietà non conosce confini. Si tratta di Project Ganbei, con l’obiettivo di raccogliere fondi per acquistare materiale sanitario in Cina sotto la supervisione di un team medico, sensibilizzando in particolar modo il settore vitivinicolo, importatori, ristoratori, Asia Pacific area managers, brokers, press e consumers cinesi. Raccogliere donazioni per sostenere il lavoro di Protezione Civile, Croce Rossa e Istituzioni sanitarie Italiane. L’Ambasciata Italiana in Cina che si occuperà del pagamento delle spedizioni.
Ganbei è il termine cinese dei brindisi, come dire “cin cin”, “in alto i calici”. La promotrice del progetto è Erika Ribaldi, Donna del Vino, brava export manager sui mercati asiatici, che spiega in una lettera-appello: “con un gruppo di inossidabili colleghi in questi giorni abbiamo dato i natali a Project Ganbei. Ci rendiamo conto che il miglior modo per creare terreno fertile a una cooperazione produttiva, duratura tra due realtà lontane geograficamente eppur così vicine nel recente passato, possa partire dall’aspetto umanitario. Già il Governo Cinese ha inviato équipe di medici e infermieri con esperienza diretta ad assistere i nostri eroi-sanitari con assoluta professionalità ed efficienza. Ma la solidarietà si spinge non solo tra i Governi e i sanitari, si estende alle persone”.
L’appello è stato raccolto dalle Donne del Vino e dalla presidente Donatella Cinelli Colombini: “il network internazionale delle Donne del Vino inizia a funzionare e lo si vede in un momento di difficoltà estremo come quello che sta attraversando l’Italia ora. Raccogliamo l’appello di Erika e lo diffondiamo anche qui per aiutare chi ora è in prima linea”.
Per chi vuole contribuire dall’Italia, le donazioni possono essere fatte a:
OVERLAND FOR SMILES Onlus, Via Premuda,46 - 20129 Milano
IBAN: IT90I03111654500000000, BIC: BLOPIT22, CF: 97449320155
CAUSALE: Erogazione liberale pro-Covid-19

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli