02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

LE MIGLIORI COMUNICATRICI DEL VINO? TIZIANA MORI (GIV), CHE SUPERA IN FINALE GIULIA DIRINDELLI (CECCHI) E FRANCESCA FACCHETTI (BERLUCCHI), E L’AGENZIA GHEUSIS, DAVANTI A TURNER E MARTE COMUNICAZIONE. IL PREMIO “WHO’S WHO IN WINE” BY CIVILTÀ DEL BERE

Italia
Giulia Dirindelli (Cecchi) Tiziana Mori (Giv) e Francesca Facchetti (Berlucchi)

Di concorsi del vino dedicati alle migliori bottiglie, etichette, cantine e produttori ce ne sono in quantità. Tutti con il nobile scopo di premiare degli aspetti fondamentali, ovviamente, della filiera: la qualità del vino, la bellezza della cantina, la storia, la capacità e la filosofia del produttore, e così via. Ma c’è una figura, che lavora sempre dietro le quinte e spesso, ingiustamente, poco valorizzata, quanto invece è fondamentale per raccontare (e per aiutare chi racconta) quanto detto, non solo per l’azienda in cui lavora, ma per la cultura del mondo del vino italiano in generale. A “riparare” a questa mancanza ci ha pensato il “Premio Who’s Who in Wine”, promosso da Civiltà del Bere a Vino Vip Cortina (www.vinovipcortina.it), dedicato al miglior comunicatore del mondo del vino. Due le categorie, quella dedicata al miglior comunicatore/pr interno all’azienda, e quello per la miglior agenzia.
Nel primo caso è stata Tiziana Mori, storica pr di Gruppo Italiano Vini, a spuntarla sulle altre due bravissime finaliste, Giulia Dirindelli, della cantina chiantigiana Cecchi, e Francesca Facchetti, della griffe del Franciacorta Berlucchi.

Tra le agenzie, è stata “Gheusis” (che nel suo portafoglio clienti ha, tra gli altri, Italia del Vino Consorzio, il Consorzio per la Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg e tante importanti cantine come Tollo o Cesari, per citarne alcune), a superare sul filo di lana lo studio fiorentino “Turner”, e “Marte Comunicazione”, dell’esperta Marzia Morganti Tempestini.
Finaliste e vincitrici tutte al femminile, dunque, selezionate dai voti di 250 operatori del settore, per rendere il giusto omaggio ad una figura professionale spesso in ombra, ma fondamentale per il mondo del vino, soprattutto in un momento in cui il racconto e la narrazione sono importanti quanto la qualità del vino stesso.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli