02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Libero Mercato

Coldiretti contro De Castro: “Non parteciperemo alla conferenza sull’agricoltura” ... Rottura senza precedenti...La Conferenza nazionale dell’agricoltura, fortemente voluta dal ministro Paolo De Castro, rischia il flop. Con un annuncio a sorpresa (ma fino a un certo punto per quanti hanno seguito gli avvenimenti che hanno segnato il settore negli ultimi mesi) la Coldiretti ha fatto sapere che non parteciperà all’evento. Un po’ come se Cgil, Cisl e Uil non partecipassero a un evento nazionale sul lavoro organizzato dal ministro Damiano.

La nota diffusa ieri mattina dall’organizzazione guidata da Sergio Marini è lapidaria: “LaColdiretti - si legge – non parteciperà alla Conferenza Nazionale dell’Agricoltura promossa dal ministro delle Politiche Agricole Paolo De Castro. Lo ha deliberato all’unanimità la giunta esecutiva della principale organizzazione degli imprenditori agricoli all’indomani della conferenza stampa programmatica del Ministro”. Più che un comunicato il messaggio ha il senso di una dichiarazione di guerra, anche se non si spiegano i motivi di una rottura senza precedenti sul piano dei rapporti istituzionali.

A indurre l’organizzazione di gran lunga più rappresentativa del settore, con oltre 580mila aziende associate, è stato l’atteggiamento di De Castro che nella conferenza d’inizio anno, tenutasi l’altro ieri, ha tracciato un bilancio entusiastico dei primi due anni del govemo Prodi. “Sono orgoglioso”, ha affermato senza mezzi termini, “delle due Finanziarie varate, contenenti un pacchetto di misure – ha detto - di cui andare orgogliosi”.

Un ottimismo che si scontra con il sentiment degli imprenditori agricoli che accusano il governo di aver calato le braghe, per esempio, sul fronte del vino, consentendo ai Paesi nordeuropei di proseguire nello zuccheraggio dei mosti. Assai contestato anche l’annuncio del Ministro, fiero di aver contribuito a far diminuire il prezzo del grano. Misura che lungi dall’aver ridotto il prezzo del pane, riduce i margini all’origine per i produttori.

Secca la replica del Ministero: “Verrà a mancare un importante contributo ai lavori ma è importante chiarire che la conferenza non è stata indetta dal ministro delle politiche agricole Paolo De Castro, bensì dall’intero governo e dalle Regioni”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Pubblicato su

Altri articoli