02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
VINO E SPORT

Lo spettacolo della “Sforzato Wine Stage”, in mezzo ai vigneti della Valtellina

L’ennesimo racconto al mondo di un territorio del vino italiano fatto dal Giro d’Italia: all’Aprica arriva primo il ceco Jan Hirt

Bella come i vigneti vista Lago di Garda, da cui è partita, spettacolare ed eroica come i vigneti terrazzati della Valtellina, che ha attraversato, ed al cui vino principe era dedicata: ha fatto selezione, come previsto, la “Sforzato Wine Stage”, la tappa enoica del Giro d’Italia 2022 che ha portato la carovana rosa da Salò all’Aprica, percorrendo 202 chilometri tra salite leggendarie del ciclismo come il Passo del Mortirolo. A spuntarla, dopo salite faticosissime e discese mozzafiato, è stato Jan Hirt, ciclista ceco dalla Intermarché-Wanty-Gobert Matériaux (Richard Carapaz, della Ineos Grenadiers, resta in Maglia Rosa). Con il Giro che ha raccontato il suo ennesimo racconto non solo sportivo, ma dei grandi territori del vino italiano, con la Valtellina che allunga un “treno” che, negli anni, ha visto protagonisti Barolo e Barbaresco, nelle Langhe, e ancora il Chianti Classico, Montefalco, terra del Sagrantino, e poi la Franciacorta, passando poi per la Romagna del Sangiovese, e per Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene Patrimonio Unesco, ed ancora Montalcino, il territorio del Brunello.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli