02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

“Mai tanta frutta e verdura sulle tavole degli italiani, 8,5 milioni di tonnellate nel 2017. Ecco perchè tanta attenzione per il tema dei sacchetti biodegradabili”. Ipse dixit Coldiretti, dopo l’ok del Consiglio di Stato al sacchetto portato da casa

I sacchetti per la frutta e la verdura nei supermercati, diventati questione nazionale dopo l’obbligo per gli esercenti di farli pagare introdotto nel 2018, continuano a far notizia, dopo che un parere del Consiglio di Stato, ora, stabilisce che si possano portare da casa, a patto che il sacchetto in questione sia “idoneo a preservare la merce”. Idoneità che, precisa il Consiglio di Stato, dovrà essere verificata da ogni singolo negozio o supermercato, “secondo le modalità dallo stesso ritenute più appropriate”. Insomma, tanta attenzione su questo tema dei sacchetti biodegradabili, “motivata anche dal fatto che mai cosi tanta frutta e verdura è arrivata sulle tavole degli italiani da inizio secolo, per un quantitativo di 8,5 milioni di tonnellate nel 2017, con un aumento dei consumi superiore del 4% sul 2016”.
A sostenerlo la Coldiretti, che, cogliendo l’occasione, invita i consumatori di concentrarsi più sul contenuto che sul contenitore. “In una situazione in cui la frutta e verdura è la principale voce di spesa degli italiani, 1/4 del totale, il consiglio della Coldiretti è di verificare l’origine dei prodotti acquistati e di privilegiare quelli italiani o a chilometri zero per sostenere l’economia e l’occupazione nazionale, ma anche garantirsi maggiore freschezza, genuinità e sicurezza. L’Italia - conclude la Coldiretti - è al vertice della sicurezza alimentare mondiale con il 99,4% dei prodotti ortofrutticoli che sono risultati regolari per residui chimici secondo l’ultimo rapporto del Ministero della Salute”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli