02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FORMAZIONE ENOICA

Masters of Wine, dal 24 al 26 maggio, le Residential Master Class da Alois Lageder

La tre giorni organizzata dall’Accademia londinese, in partnership con i Grandi Marchi, in scena in Alto Adige
MASTERS OF WINE, Italia
Dal 24 al 26 maggio in scena la Masters of Wine Residential Master Class

Avrà come location l’Alto Adige l’edizione italiana n. 8 della Masters of Wine Residential Master Class, il corso dedicato a tutti gli aspiranti Masters of Wine, il titolo più ambito del mondo enoico, di cui l’Italia è ancora sprovvista. Dal 24 al 26 maggio andranno in scena gli esclusivi corsi alla Tenuta Alois Lageder a Magrè (Bolzano), promossi dall’Accademia londinese in partnership con l’Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi, che permetteranno di avvicinarsi alle tecniche di degustazione e alle abilità analitiche fondamentali per accedere al selettivo study programme dell’Istituto che partirà a giugno. Target principale della Master Class sono, non a caso, tutti i professionisti del vino che desiderano approfondire l’approccio di degustazione dei Masters of Wine, con all’attivo almeno tre anni di esperienza in ambito vitivinicolo o con una qualifica di settore.
Dopo Antinori in Toscana, Michele Chiarlo in Piemonte, Masi in Veneto, Lungarotti in Umbria, Mastroberardino in Campania, Donnafugata in Sicilia e la Umani Ronchi nelle Marche, a fare da teatro dell’edizione 2019 sarà, quindi, il salotto del produttore altoatesino, Alois Lageder, questa volta alla presenza dei Masters Caro Maurer e Jonas Tofterup che condurranno, rigorosamente in lingua inglese, dodici intense sessioni di lavoro, tra pratica e teoria. Diverse le tematiche legate al mondo del vino e al programma d’esame dell’Institute Masters of Wine che saranno affrontare nel corso della full immersion, dai focus su varietà, stili e tendenze nell’enologia internazionale ai posizionamenti di vendita, tecniche di scrittura e vinificazione, alle Master Class.
“Si tratta di un corso propedeutico molto esclusivo - spiega Piero Mastroberardino, presidente dell’Istituto del Vino Italiano di Qualità Grandi Marchi - che per l’ottavo anno consecutivo organizziamo in Italia grazie alla proficua collaborazione avviata nel 2011 con l’Institute of Masters of Wine. Un sodalizio in linea con la mission che da sempre ci contraddistingue, vale a dire proporci come portabandiera e apripista dell’intero settore sui mercati internazionali, consolidati e emergenti, attraverso attività di formazione e promozione volti alla valorizzazione del brand Italia di qualità. E per farlo abbiamo ad oggi già organizzato più di 380 eventi in giro per il mondo, coinvolgendo oltre 67.000 operatori, opinion leader e decision maker, e avviato importanti partnership proprio per fornire una spinta decisiva all’immagine del vino tricolore e, nello specifico, un contributo importante per provare a dare finalmente all’Italia il suo Master of Wine”.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli