02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

Il made in Tuscany firmato Frescobaldi conquista Harrods ... Vini e piatti tipici sbarcano a Londra... È fin dai tempi di Enrico VIII e delle sue sei mogli che la nobil casa toscana dei Marchesi dei Frescobaldi vanta un rapporto molto speciale con l’Inghilterra, prima come fornitori di vini sublimi alla corte dei Tudor e ora come amici personali della casa reale di Windsor. 700 anni di tradizione nella produzione vinicola hanno portato il casato a diventare quasi sinonimo di eccellenza e qualità nella produzione di vini pregiatissimi, che ora sbarcano nel tempio del lusso londinese grazie all’apertura di un nuovo wine bar nella capitale. Il “dei Frescobaldi Wine Bar” ha infatti debuttato questa settimana da Harrods, con una “vernissage” a cui ha partecipato non solo gran parte della famiglia Frescobaldi, ma anche il ct dell’Inghilterra Fabio Capello, e il padrone di casa Mohamed Al Fayed, titolare dei grandi magazzini del lusso a Londra. È il primo locale all’estero per l’azienda toscana che, dal 1999 a oggi, ha già aperto altri 4 punti di ristoro: 3 wine bar all’interno dell’aeroporto di Fiumicino e un ristorante nel centro di Firenze, dietro Piazza della Signoria. Diana Frescobaldi, presidente della società dei “Frescobaldi Retail & Restaurant” si è occupata personalmente dell’allestimento di questo prestigioso progetto londinese che, ci rivela, è nato nel gennaio 2008 e ha richiesto 18 lunghi mesi di gestazione per giungere all’apertura.

Come è nato questo connubio con Harrods?

“Loro volevano fare un ristorante di vino e di cibo italiano e si sono rivolti a noi perchè, oltre ad essere produttori di vini che loro già trattavano nel wine shop, avevamo altri locali e avevamo quindi un modello da poter esportare”.

Come mai Londra?

“Proprio grazie a questa opportunità di Harrods! E la vicinananza con l’Italia ci permette di mantenere un controllo ottimale sulla qualità. È appena andato via il nostro chef e ritornerà a gennaio. Loro sono venuti nel nostro ristorante a Firenze per fare del training: c’è stato e ci sarà un interscambio regolare”.

Cosa distingue questo locale dagi altri ristoranti italiani della capitale?

“Questo è un autentico ristorante e wine bar toscano. Con piatti tipicamente toscani come i pici sul ragù di papero, gli gnudi, la bistecca alla fiorentina, il cacciucco... Il tutto accompagnato dai nostri vini, prodotti nelle nostre tenute, che qui saranno offerti anche al bicchiere. Abbiamo curato anche l’aspetto del locale, un angolo di Toscana a Londra e l’architettura ha ripreso i pavimenti e le tipiche strisce bianche e nere delle chiese della Toscana”.

Il piatto star del locale?

“Sicuramente la tagliata, accompagnata da un buon vino. Nessuno può resistere!”

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli