02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

Rocca delle Macìe ... Dal set al relais in Toscana. Ulivi, vigneti e una scuola di cucina... Circondato dalla lussureggiante campagna toscana, il relais Riserva di Fizzano (Castellina in Chianti, Siena) nasce dall’entusiasmo di Italo Zingarelli, cinematografico “padre”, tra i tanti, dei film della celebre coppia Terence Hill - Bud Spencer. Una vita spesa per il cinema, conclusasi con il coronamento di un sogno: la fondazione di un’azienda vitivinicola. È così che nasce Rocca delle Macìe, dall’acquisto del borgo risalente al 1300 interamente restaurato e oggi gestito “in famiglia”: uno dei figli di Italo, Sergio, affiancato dalla moglie Daniela, ha assunto la guida di un’azienda dalle varie attività (tra le tante produzione di vino, olio, accoglienza) che vede anche gli altri familiari impegnati in un’impresa animata da un sincero entusiasmo imprenditoriale. “È un luogo speciale, molto isolato, che concede spazio al relax e alla mediatazione - racconta Daniela Zingarelli - senza dimenticare che è in una posizione privilegiata, ricca di natura e storia”.

Qual è lo spirito di una “vacanza tipo” nel vostro Relais?

“Offriamo riservatezza, pace e silenzio. Mettiamo a disposizione dei nostri ospiti venti appartamenti e offriamo vari servizi, dal bar al ristorante fino alla piscina e all’area per bambini, proprio per garantire il massimo comfort possibile. Naturalmente gli stessi dintorni offrono moltissimo: con un breve viaggio in macchina tra le nostre colline si possono raggiungere piccoli paesi pieni di storia e tradizione. Per molti dei nostri ospiti, soprattutto per gli stranieri, è piacevole scoprire che l’edicolante dal quale ci si è serviti il giorno prima si ricorda il quotidiano preferito”.

Senza dimenticare che siete anche produttori di olio e vino.

“È un’attività molto importante per noi. Esportiamo vino in oltre 60 Paesi e 200 ettari dei nostri terreni sono tutti dedicati alla viticultura. Abbiamo anche un frantoio, per garantire una lavorazione immediata delle nostre olive e un olio extravergine degno di questo nome”.

Avete fondato anche una scuola, il “Culinary institute of Tuscany”.

“Sì, presso il ristorante del Relais. È un progetto al quale crediamo molto, aperto ovviamente non solo ai nostri ospiti. La scuola di cucina e i vari corsi oggi funzionano a pieno regime, e diamo la possibilità, anche in vacanza, di fare una vera e propria full immersion nel mondo degli autentici sapori della nostra terra. Molti stranieri pensano che la cucina italiana equivalga semplicemente al tragico binomio pasta & aglio: diciamo che uno dei nostri impegni è sfatare queste leggende così ingrate nei confronti della nostra cultura culinaria”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli