02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Nazione / Giorno / Carlino

…Torino si prepara al Salone del Gusto… In primo piano ci sarà il legame fra cibo e territorio… Appuntamento giovedì prossimo a Torino, con il “Salone del Gusto” (organizzato da Slow Food, dalla Regione Piemonte e dalla Città di Torino), fino a domenica 24 ottobre. Il tema di questa edizione? Legare sempre più i produttori, italiani, europei e di tutto il mondo, alle loro terre per insegnare ai consumatori quanto è importante il rapporto tra cibo e territorio, anche per combattere lo spreco che ogni giorno nella sola Italia fa finire 4.000 tonnellate di cibi nella spazzatura. Vi saranno strade fra gli stand contrassegnate dalle aree geografiche di produzione. Novità anche per i Presidi italiani e internazionali, dislocati secondo la propria identità gastronomica, in 200 bancarelle. Non mancheranno i Mercati della terra, organizzati dalla Fondazione Slow Food per la Biodiversità, luoghi di incontro tra agricoltori, artigiani e co-produttori. Nel ricco programma di iniziative educative rientrano 128 “Laboratori del gusto”, 14 “Teatri del gusto”, 12 incontri con l’autore e “Laboratori della memoria”, 27 percorsi per bambini “Cibo e territori”, 50 attività didattiche. Tra le novità, la sala Slow Wine, un’enoteca dedicata alla degustazione di 300 etichette delle vecchie annate della Banca del vino e con i vini Slow, selezionati dalla nuova guida edita da Slow Food. E per la quarta volta il Salone del gusto è abbinato a Terra Madre, l’incontro mondiale della rete delle comunità del cibo. A questa sesta edizione sono attesi 180 mila visitatori. Taglio del nastro alle 10 di giovedì 21 ottobre, chiusura alle 20 di lunedì 25. Gli stand saranno visitabili dalle 11 alle 23, tranne che nell’ultimo giorno. Il biglietto costa 20 euro, l’abbonamento per cinque giorni 60 euro; sconti del 40 per cento per gli under 12 e gli over 65, del 50 per cento per i soci Slow Food; ingresso gratuito fino a 10 anni.

Copyright © 2000/2019


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2019

Altri articoli