02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
RICONOSCIMENTI INTERNAZIONALI

Possessioni Serego Alighieri “Location dell’Anno” per i “Reader Awards Food & Travel Italia”

Le più antiche possessioni vitivinicole della Valpolicella (sulle orme di Dante), cuore della “Masi Wine Experience”, premiate dalla rivista leader

Un “luogo che riesce a regalare ai suoi ospiti attimi immensi di tradizione, storia, cultura, arte ed enogastronomia, contribuendo a fare grande il nome dell’Italia nel mondo”. Perché, non si tratta solo di una Tenuta che vanta la più lunga tradizione culturale e vitivinicola della Valpolicella, con una storia di oltre 650 anni, ma anche perché quella storia è iniziata nel 1353 quando Pietro Alighieri, figlio del Sommo Poeta, acquistò la possessione Casal dei Ronchi, nel cuore della Valpolicella Classica dove tutt’ora risiede la discendenza di Dante. Ecco le Possessioni Serego Alighieri, secondo i “Reader Awards di Food & Travel Italia”, i migliori 2020 della categoria “Location dell’Anno” nei riconoscimenti della rivista leader del settore pubblicata in 14 Paesi. Oggi la Tenuta, ancora di proprietà dei Conti Serego Alighieri, discendenti del poeta, è un elemento centrale nel progetto Masi Wine Experience, che in nome dell’ospitalità, della cultura e del rispetto del territorio ha aperto al pubblico le sedi storiche di Masi Agricola e altre tenute che fanno riferimento a brand presenti nella carta-vini di Masi.
Come uno château immerso nella Valpolicella Classica, le Possessioni Serego Alighieri testimoniano l’importanza del territorio e dei suoi vini, conservando la memora storica e di pari passo anche quella italiana rappresentata dal legame con Dante, tra tradizione vitivinicola, con la cantina, dove si adoperano ancora botti in ciliegio e lo storico fruttaio, ed ospitalità contemporanea, con la Foresteria negli antichi rustici della Villa e la Scuola di Cucina.
“Un luogo magico dove si respira cultura e tradizione, celebre in tutto in mondo per l’unicità della storia che esprime e i vini che produce, come l’Amarone-icona Vaio Armaron - sottolinea Raffaele Boscaini, direttore marketing Masi - il riconoscimento è dovuto all’autenticità che si respira in questa tenuta garantita dalla famiglia proprietaria e valorizzata dal progetto Masi Wine Experience in cui si inserisce”.
Un progetto di cui fanno parte le Cantine Masi in Valpolicella Classica, Masi Tenuta Canova Lazise del Garda, Masi Tupungato in Argentina, nonché Canevel a Valdobbiadene. Vi sono poi delle location prettamente lifestyle come i Masi Wine Bar di Cortina e Zurigo, a cui prossimamente si aggiungerà anche quello di Maximilianstrasse a Monaco di Baviera.
Un nuovo riconoscimento, infine, che si aggiunge ai numerosi già ricevuti dalla location, come il prestigioso premio internazionale “Best of Wine Tourism” attribuito nel 2018, che l’ha collocata tra i principali luoghi di accoglienza enoturistica delle Capitali del Vino di tutto il mondo.

Copyright © 2000/2020


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2020

Altri articoli