02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Quote latte, la Commissione Europea condanna l’Italia per non aver recuperato 1,34 miliardi di euro dagli allevatori responsabili della sovrapproduzione di latte tra il 1995 e il 2009. Coldiretti: problema mal gestito dai Governi

Non Solo Vino
La Ue condanna l’Italia per non aver recuperato 1,34 miliardi di euro dagli allevatori responsabili della sovrapproduzione di latte tra il 1995 e il 2009. Per Coldiretti problema mal gestito dai Governi

Ci sono voluti due anni di dibattiti, ma alla fine la Commissione Europea ha condannato l’Italia, giudicata inadempiente sulla questione quote latte, come ha sentenziato la Corte di Giustizia Europea, in quanto non ha fatto in modo che il prelievo supplementare fosse a carico degli effettivi responsabili della sovrapproduzione tra il 1995 e il 2009. La questione quote latte è iniziata 34 anni fa, nel 1984, con l’assegnazione ad ogni Stato membro dell’Unione di un quantitativo massimo nazionale di latte da mungere che poi doveva essere diviso tra i produttori del Paese. All’Italia fu assegnata una quota molto inferiore al consumo interno di latte rispetto al potenziale produttivo: durante quegli anni, molti allevatori italiani hanno effettivamente superato le quote latte stabilite dalla politica europea, e lo Stato italiano si è sostituito agli allevatori responsabili versando alla Commissione gli importi delle multe dovuti per il periodo in questione, pari a 2,3 miliardi. L’accordo con Bruxelles prevedeva anche che le somme dovute fossero restituite alle casse dell’erario dagli allevatori responsabili, ma così non è stato. Dalla cifra totale, gli effettivi responsabili sono ancora debitori di una cifra stimata in 1,34 miliardi. La Corte di Lussemburgo sottolinea che non contesta all’Italia il mancato recupero in sé, ma il non avere predisposto, in un lungo arco temporale (oltre 12 anni), i mezzi legislativi ed amministrativi idonei ad assicurare il regolare recupero del prelievo supplementare dai produttori responsabili della sovrapproduzione.

Per Coldiretti quello delle quote latte è stato un problema mal gestito a causa delle disattenzioni da parte dei Governi italiani trascinato nel tempo, penalizzando la maggioranza degli allevatori italiani che hanno risarcito le casse dello Stato. Dopo questa sentenza l’Italia, precisa la Coldiretti, si dovrà uniformare alle indicazioni della Corte, esponendosi, in caso di inottemperanza, ad una nuova causa da parte della Commissione che potrebbe comportare una condanna del nostro Paese al pagamento di penali.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli