02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Quotidiano Nazionale / La Nazione

Mercati Vino, non solo Chianti. Tra rossi e bianchi l’export supera il miliardo … Il vino toscano va e sempre meglio oltre gli italici confini. Sfonda quota un miliardo di euro il fatturato dei sedici Consorzi di tutela. Con un aumento del 55% del fatturato rispetto a dieci anni fa e un’altissima propensione all’esportazione, le aziende che producono vini toscani Dop stanno dando impulso alla crescita economica del territorio. Le esportazioni di vini toscani DOP (DOC/DOCG) nel 2016 hanno raggiunto la cifra di 586 milioni di euro, segnando un incremento del 2,05% rispetto al 2015 e addirittura del 10,4% sul 2014. In controtendenza rispetto alla flessione delle esportazioni vitivinicole complessive, passate da 903 milioni di euro nel 2015 a 858 milioni di euro stimati per il 2016 (-5,24%). Positive le ricadute occupazionali: la filiera del vino toscano fornisce lavoro a oltre 25mila addetti, con un incremento del 5% negli ultimi dieci anni. Tra i Paesi che nel 2016 hanno acquistato maggiormente bottiglie di vini toscani gli Stati Uniti (139 milioni di euro di export), la Germania (62 milioni), il Canada (34 milioni), il Regno Unito (25 milioni) e la Svizzera con 21 milioni di euro. Rossi e bianchi, indifferentemente. L’export dei bianchi DOP è aumento del 12% sull’anno precedente, con una domanda crescente dall’Asia, come dimostrano i casi di Hong Kong, diventato terzo mercato di destinazione con 1,7 milioni di euro, e del Giappone (0,8 milioni di euro). E non si tratta solo di un fenomeno commerciale. Si parla del vino toscano anche sui media internazionali. Solo considerando la grande stampa, sono stati 1.115 gli articoli dedicati alle eccellenze toscane: il 31% negli Stati Uniti, il 25% in Germania, lo stesso nel Regno Unito (25%) e anche la Francia, dove i rossi sono eccellenza si è occupata dei vini toscani. La Toscana ha attribuito molta importanza al rinnovo dei vigneti: il 68% dei vigneti (40mila ettari) nella regione ha un’età minore di venti anni e, di questi, 17mila ettari sono più giovani di dieci anni.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli