02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Quotidiano Nazionale / La Nazione

Liberatore lascia il Gallo Nero per Valortalia … Firenze: Fulmine a ciel sereno sul Vigneto Toscana, e in particolare in casa del Chianti Classico. Giuseppe Liberatore lascia dopo 25 anni l’incarico di direttore generale del Consorzio che ha come simbolo il Gallo Nero, per ricoprire l’incarico di consigliere delegato al dipartimento del regolamentato e del gestionale in seno a ValorItalia, società fondata nel 2009 per controllare i vini a denominazione e a indicazione geografica. In pratica, sarà il certificatore del lavoro che ha avviato e portato a compimento in 25 anni. Una notizia piombata all’improvviso nel mondo del vino. Le sue dimissioni sono datate lunedì, e malgrado il direttivo del Consorzio le abbia respinte, il direttore ha ribadito la sua scelta. Nulla di traumatico, nessuna rottura. “E’ stata una decisione sofferta, ma dopo 25 anni di proficuo lavoro ho sentito il bisogno di trovare altri stimoli professionali”, il suo commento a caldo. Molisano, 60 anni, laurea in agraria e una passione per la musica classica, Liberatore lascia anche la carica di vicepresidente di Federdoc. E lascia un mondo, quello del Chianti Classico, che ha contribuito a vedere crescere fino ai livelli attuali di vendite e qualità. “Lo salutiamo con la garanzia che la sua opera sarà valorizzata al meglio”, dice il presidente del Consorzio, Sergio Zingarelli. Che ha tempo fino a luglio per scegliere il successore.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Altri articoli