02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018

Quotidiano Nazionale

Il boom delle enoteche ... La crescita è rilevante, a doppia cifra. Tanto che, nell’era degli e- commerce e degli acquisti sul web, si può parlare di boom: un’indagine di Coldiretti e della Camera di commercio di Milano rivela che il numero di enoteche è aumentato del 13% negli ultimi cinque anni, fino ai 7.300 negozi di fine 2017. Insomma, nuove oasi del vino - sotto questa voce s’inseriscono tutti i locali in cui si effettua la vendita specializzata - nascono lungo tutta la Penisola. “E una decisa svolta verso la qualità”, la premessa di Coldiretti. Che precisa. “Il vino è ormai espressione culturale da condividere con amici e parenti”. I tre capoluoghi con il più alto numero di punti vendita sono Napoli con 546, Roma con 482 e Milano con 264. Ma le città in cui si registra la crescita maggiore - se il confronto si allunga a otto anni fa - sono Bologna ( +170%), Foggia (+68%), Verona (+66%), Cuneo ( +65%), Messina e Milano (63%). Forte è la presenza femminile, con le donne alla guida di più di un’enoteca su quattro (27%), mentre il 12% delle attività è gestito da giovani soprattutto al Sud, con punte del 25% a Taranto e del 20% a Catania e Palermo. “Quel che notiamo noi spiega Andrea Terraneo, presidente di Vinarius, associazione delle enoteche italiane è che ci sono vivacità e un crescente interesse per il settore, soprattutto da parte dei giovani. Stanno aprendo diversi bistrot e wine bar, tipologie di locali che riscuotono sempre più consensi”. Vuol dire che attraverso il vino nascono nuove opportunità imprenditoriali e che - se l’angolo visuale è quello della clientela - l’abitudine del consumo consapevole e di prodotti di qualità è sempre più diffusa. “Il vino continua la Coldiretti è diventato l’emblema di uno stile di vita lento, attento all’equilibrio psicofisico che aiuta a stare bene con se stessi, da contrapporre all’assunzione sregolata di alcol”. Lo dimostrano - precisa l’associazione - anche il boom dei corsi per sommelier e il numero crescente di giovani che vuole essere informato sulle caratteristiche dei vini. Non solo. “Cresce tra le nuove generazioni la cultura della degustazione consapevole con la proliferazione di wine bar e un vero boom dell’enoturismo, che oggi genera un indotto turistico di quasi 3 miliardi di euro l’anno e ha conquistato nell’ultima manovra il suo primo storico quadro normativo”. Nell’ultimo anno 16,1 milioni di italiani hanno partecipato ad eventi, sagre e feste locali legate in qualche modo al vino. Ma c’è un ultimo tassello: “È in atto - continua la Coldiretti - una rivoluzione sulle tavole degli italiani con i consumi di vino che, dopo aver raggiunto il minimo a 33 litri pro capite nel 2017, hanno invertite la tendenza con un aumento record degli acquisti delle famiglie del 3%”.

Copyright © 2000/2018


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2018

Pubblicato su

Altri articoli