02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TREND NEL CALICE

Rossi e bollicine i vini preferiti dagli italiani. L’Osservatorio Signorvino

Tra le singole denominazioni al top Franciacorta, Amarone della Valpolicella e Prosecco (Doc e Docg). Verso un 2022 previsto in forte crescita
CONSUMI, ITALIANI, OSSERVATORIO, SIGNORVINO, vino, Italia
I vini preferiti dagli italiani: l’Osservatorio Signorvino

Le complicazioni del caro materie prime e della scarsità di bottiglie e carta, la paura per gli effetti indiretti della guerra, ma anche tanta fiducia nel prossimo futuro, per un ripartenza che il vino italiano ha colto a pieno nel 2021, e che il settore vuole consolidare in un 2022 pieno di incognite, ma che, nelle sue prime battute, aveva promesso bene. Tanto da fare prevedere un balzo del fatturato del 54% sul 2021, da parte di Signorvino, l’enocatena del gruppo Veronesi, che ha chiuso il 2021 con 37 milioni di euro di fatturato consuntivo e che ai 25 locali aperti in tutta Italia (considerando anche l’inaugurazione ormai prossima di quello a Torino Le Gru il 14 aprile), aggiungerà altri 10 locali, tutti con “enoteca e cucina” (passando da 410 a 600 dipendenti), nel 2022. Con il gruppo, che rappresenta una sorta di “Grande Cantina Italia”, e che con più di 1 milione di bottiglie vendute rappresenta anche un importante osservatorio di quello che bevono gli italiani. A livello di macrotipologie, i rossi continuano a primeggiare, e rappresentato il 48,5% del giro d’affari di Signorvino, davanti alla bollicine con il 27,8%, ed ai vini bianchi con il 17,5%. Tra le singole denominazioni, invece, primeggia la Franciacorta, davanti all’Amarone della Valpolicella, e all’accoppiata tra Prosecco Doc e Docg. Seguono il Valpolicella Ripasso, il Trentodoc, il Barolo, il Lugana, il Brunello di Montalcino, Bolgheri ed il Primitivo di Manduria, nella “Top 10”, ma ai vertici delle preferenze si piazzano anche altre denominazioni di primo piano come Valpolicella, Chianti, Etna, Barbaresco e Rosso di Montalcino.
Tra le singole sotto categorie, però, tra le bollicine, emerge il primato del Prosecco Doc Extra Dry, davanti al Franciacorta Extra Brut, al Prosecco di Valdobbiadene Superiore Brut, al Franciacorta Brut e all’Alta Langa Pas Dosè, mentre tra i rossi, primeggia il Valpolicella Superiore Ripasso, davanti all’Amarone della Valpolicella Classico, al Primitivo di Manduria, al Brunello di Montalcino e all’Amarone della Valpolicella. Analizzando ancora le denominazioni, emerge che ad aver registrato l’aumento maggiore nelle vendite sono state il Primitivo di Manduria (+15%), il Franciacorta (+28%), il Prosecco (+36%) e il Trento Doc (+42%), anche se quella che è cresciuta di più in assoluto è l’Etna con un trend del +82%.
Interessante il dato sul prezzo medio registrato nel 2021: la fascia più gettonata è stata quelle tra i 4,9 ed i 19,90 euro a bottiglia, con il 39,6%. Con Signorvino che sottolinea come “siano aumentate le vendite della fascia entry level, la cui offerta ha avvicinato nuovi clienti fidelizzandoli al brand”. Ma quote importanti si registrano anche nella fascia di prezzo tra i 19,9 ed i 29,9 euro (18,2%), tra i 29,99 ed i 49,9 euro (15,8%), ed in quella oltre i 99,9 euro (17,4%), con la fascia tra 49,9 e 99,9 euro a bottiglia ferma al 9%.
Tra i trend, emerge come gli italiani amino bere vino abbinato al cibo: “dopo aver registrato, negli scorsi mesi, il significativo incremento delle vendite online, con un aumento del 27%, è la “Cucina di Signorvino” a far segnare dati di rilievo per il 2021: un giro d’affari complessivo che, nel 2021, ha raggiunto la ragguardevole cifra di 24 milioni di euro, grazie ad uno scontrino medio di 30 euro,
un “indice di gradimento” rappresentato dal best seller del menu di Signorvino, la sezione dedicata ai taglieri di salumi e formaggi selezionati che ha trovato il riscontro positivo della clientela”, spiega una nota.
Tra le curiosità, ancora, Signorvino conferma il crescente interesse per il vino da parte della clientela femminile: i dati, per esempio, evidenziano la forte presenza delle donne ai corsi e alle lezioni di vino organizzati in negozio (49%), con una ulteriore concentrazione nelle lezioni del secondo livello (da pochi giorni Signorvino ha anche ufficialmente comunicato il lancio del terzo livello di approfondimento) che registrano dati di partecipazione ancor più alti (58%). Ma l’aumento del pubblico femminile è riscontrabile anche nel mondo dei social network e nelle interazioni con i profili ufficiali di Signorvino (47%) e nell’apprezzamento del programma di fidelizzazione che vede le donne rappresentare oltre un terzo (39%) degli iscritti, con un grado di fidelizzazione maggiore, tanto che le donne tornano il 7% delle volte in più in negozio rispetto agli uomini, più propensi ad acquisti sporadici e massivi. Da sottolineare anche l’importante incidenza del target femminile giovane: il 29% ha un’età compresa tra i 20 e i 30 anni e il 32% tra i 30 e 40 anni. Un rapporto importante non solo dal punto di vista amatoriale ma anche da quello professionale, grazie alle produzioni vitivinicole italiane all’insegna dell’imprenditoria e nella valorizzazione delle figure femminili, una realtà da sempre valorizzata dalla cantina di Signorvino che può contare sulle etichette di Elena Walch, Donnafugata, Marchesi di Barolo, Elena Fucci, Corte Sant’Alda, Pedrotti e Roeno tra gli altri.
“Dopo aver svolto un lavoro importante negli scorsi anni sulla digitalizzazione, migliorando e ottimizzando il nostro e-Commerce, il servizio di O2o (On line to off line, ndr) e stringendo una nuova partnership con Glovo, sia per la parte del food take away ma anche per la consegna a domicilio del vino, abbiamo dato continuità al processo di crescita con lo sviluppo del canale B2b, stringendo nuove partnership importanti attraverso la realizzazione di etichette e progetti dedicati. La capacità di superare un difficile biennio grazie alla competenza delle nostre risorse ed alla qualità del progetto ci ha convinti a confermare l’apertura di altri 10 negozi nel 2022, in centri commerciali, in centri storici e con nuovi test in location traffic road” ha dichiarato Luca Pizzighella, direttore commerciale Signorvino.

Copyright © 2000/2022


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2022

Altri articoli