02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
FIERE

Salute, tradizione e flessibilità: ecco le novità protagoniste “Cibus 2021”

A Parma, dal 31 agosto al 3 settembre, torna la fiera dell’alimentare italiano, che guarda alla Cina attraverso WeChat
BIO, Cibus, CINA, DIETA MEDITERRANEA, Federalimentare, FLEXITARIAN, IVANO VACONDIO, PRODOTTI, SALUTISTA, TRADIZIONE, WECHAT, Non Solo Vino
Cibus, la Fiera di riferimento dell’alimentare italiano

Dalle novità che verranno presentate a Cibus 2021”, il salone dell’alimentare di scena a Parma dal 31 agosto al 3 settembre, dopo un anno e mezzo di pandemia che ha messo il mondo delle fiere in stand-by, così come il panorama del settore del cibo, fermo al 2020, emergono tre tendenze: quella salutista, con prodotti bio, vegetariani e vegani; quella della tradizione storica della produzione e della gastronomia italiana; quella flexitariana, sensibile alle tematiche del mangiar sano, ma che non rinuncia alla carne, al pesce, ai formaggi e via dicendo.
Trend che molto hanno a che fare con i grandi obiettivi dell’industria alimentare che, come ha ricordato, a WineNews, il presidente Federalimentare Ivano Vacondio, deve affrontare le sfide, tutte europee, dell’etichetta Nutriscore e della strategia “Farm to Fork”, inteso come dieta uniformata, che si rivelerebbe un colpo terribile per la Dieta Mediterranea ed i suoi prodotti.
In questo senso, “l’industria alimentare - sottolinea Vacondio - ha fatto passi da gigante. Abbiamo riformulato 4.000 prodotti con meno grassi, meno zuccheri, ma un concetto deve essere molto chiaro: di suo, nessun prodotto è dannoso alla salute delle persone o al pianeta. È l’uso sconsiderato che se ne fa che può esserlo. Sono le diete equilibrate che devono prendere campo, e soprattutto uno stile alimentare e di vita adeguato, che deve partire anche dalle scuole. Questa è la vera battaglia da fare”.
Perché dietro al tema della “sostenibilità”, continua il presidente Federalimentare, “in realtà si nasconde una grande minaccia per i nostri prodotti.
Bisogna infatti coniugare il concetto di sostenibilità ambientale con quello di sostenibilità economica e sociale, e l’accelerata sui tempi che si vuole dare su questo fronte ha dei costi che sono insostenibili dopo un anno e mezzo di pandemia come questo”.
Tornando a Cibus 2021”, incontri, eventi e degustazioni alla scoperta dei prodotti delle filiere del territorio saranno di scena anche nel fuori salonedella fiera, “Cibus Off”, nel centro storico di Parma, dal 29 agosto al 5 settembre. Prosegue inoltre, il progetto di Cibus volto all’integrazione di strumenti digitali e fisici con la creazione di un account ufficiale WeChat, per promuovere Cibus come la piattaforma di matchmaking più importante nel settore per gli stakeholder professionali cinesi.
Nel progetto di Ice Agenzia Smart 365, e grazie all’esperienza sviluppata con My Business Cibus, la piattaforma innovativa che mette in contatto i top buyer internazionali con le aziende agroalimentari made in Italy, “Cibus 2021” ha sviluppato il progetto adattando il formato, il design e la tecnologia per gli utenti asiatici.


Focus -
Cibus 2021”, i prodotti al centro ...

Nel comparto delle carni: l’hamburger d’anatra (Lodi Export) ed un prosciutto italiano simile all’Iberico spagnolo (Dok Dall’Ava). In esposizione anche i burger di proteine vegetali proposti da Rolli, Cgm ed altri.

Nel comparto dei formaggi: il formaggio zero grassi, senza lattosio, ricco di fibre e proteine, a ridotto contenuto di calorie (Carpenedo); il formaggio spalmabile con il 15% di Parmigiano Reggiano (Parmareggio); lo yogurt di avena (Valsoia).

Nel settore dei sughi: il pesto di peperoni con ricotta e pecorino siciliano dop (Campo d’Oro); il pesto vegano che utilizza formaggio vegetale ricavato dai germogli di riso (Costa Ligure).

Tra i condimenti: l’Aceto di riso nero (Varvello) e l’aceto derivato da birra artigianale di qualità (Terra del Tuono).

Nel settore dei dolci: il dessert proteico vegano a base di proteine vegetali (White & Seeds); una bevanda al sapore del lecca-lecca per bambini, il Chupa Chups (Candy Mania); il kit con tutto il necessario per preparare il Tiramisù (Biscottificio Verona).

Tra i prodotti da forno: il pane per bambini, senza zuccheri, a lunga conservazione (Arte Bianca) e i frollini a base di farina di legumi (Barilla).

Tra i piatti pronti: frutta e verdura cotta a bassa temperatura (Cappellini) e i tortelli alle ortiche (Buona Compagnia Gourmet).

Tra i surgelati: la base pizza al cavolfiore vegana (Galati) e la pizza al tonno e cipolla rossa (ItalPizza).

Nel comparto del fuori pasto e snack: i chicchi di mais al tartufo (Tartuflanghe); gli anelli di farina di mais (Amica Chips).

E ancora la cannuccia per bevande che si può mangiare, fatta di pasta, gluten free (Rustichella d’Abruzzo); la crema di zucca in agrodolce (Barbuscia); il ghiaccio aromatizzato al lampone e sambuco (Ice cube); le alici siciliane (Delicius Rizzoli); il succo di polpa di fico d’India (La Deliziosa); la cialda di caffè compostabile con il nuovo incarto riciclabile nella raccolta della carta (Caffè Borbone); gli spaghetti superfood ai gusti di matcha e ginseng, estratto di spirulina, dragon fruit, carbone vegetale, curcuma e zenzero (Rustichella d’Abruzzo), la pasta monoporzione da farcire (La fabbrica della Pasta di Gragnano); L’Oliva, olive da tavola provenienti da una selezione delle cultivar italiane Sant’Agostino, Peranzana, Bella di Cerignola (Monini).

Copyright © 2000/2021


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2021

Altri articoli