02-Planeta_manchette_175x100
Allegrini 2018
TREND

Scontrino pesante ma carrello leggero. Dalla lista della spesa ai discount, i rimedi degli italiani

Coldiretti elenca le “strategie” di risparmio: il 58% ha iniziato a cucinare pietanze utilizzando gli avanzi dei pasti precedenti
CARRELLO, Coldiretti, ITALIANI, SPESA, Non Solo Vino
I rincari cambiano spesa e cucina degli italiani (ph: Eduardo Soares su Unsplash)

Lo scontrino è più pesante ma il carrello si alleggerisce. E i cittadini, di fronte al caro spese, cercano nuove soluzioni. Dall’utilizzo degli avanzi alla lista della spesa, dal boom degli acquisti a chilometri zero fino all’assalto ai discount, sono solo alcune delle strategie adottate dagli italiani per far fronte al carovita, con la crescita dei prezzi che taglia le quantità di cibo acquistate. Un trend che emerge dall’analisi Coldiretti/Censis dove si fotografa un netto cambiamento delle abitudini.
Con la crisi economica scatenata dal conflitto in Ucraina, il 58% degli italiani ha infatti iniziato a cucinare pietanze utilizzando gli avanzi dei pasti precedenti, una pratica che ha “allargato” la propria platea, coniugando la necessità di risparmiare con l’importanza etica di ridurre lo spreco. Le strategie di risparmio si applicano in particolar modo al momento di fare la spesa dove l’81% degli italiani ha preso l’abitudine di fare una lista ponderata degli acquisti da effettuare
, un rimedio efficace per evitare le spese impulsive. A cambiare sono anche i luoghi della spesa con il 72% degli italiani che sceglie i discount mentre l’83% punta su prodotti in offerta, in promozione.
Ma c’è anche chi nella situazione di difficoltà preferisce fare una spesa etica con 8 italiani su 10 (80%) che acquistano ovunque possibile prodotti agricoli nazionali, considerati di qualità più alta ma anche per dare supporto economico alle imprese agricole italiane. Quasi sette italiani su 10 (69%) cercano regolarmente prodotti a chilometro zero e il 50% effettua acquisti nei mercati dei contadini con l’obiettivo di sostenere le realtà locali, ridurre l’impatto ambientale dei lunghi trasporti e garantirsi prodotti più freschi che durano di più.
Un impegno sostenuto dalla Coldiretti con la realizzazione la più estesa rete di vendita diretta nel mondo con 15.000 agricoltori aderenti in quasi 1200 mercati lungo la Penisola. Le difficoltà toccano anche le campagne dove oltre un’azienda agricola su dieci (13%) vive una situazione così critica da portare alla cessazione dell’attività e il 34% si trova oggi costretta a lavorare in una condizione di reddito negativo a causa dei rincari.
Il presidente Coldiretti Ettore Prandini ha sottolineato l’esigenza di “raddoppiare da 5 a 10 miliardi le risorse destinate all’agroalimentare nel Piano nazionale di ripresa e resilienza spostando fondi da altri comparti per evitare di perdere i finanziamenti dell’Europa”.

Copyright © 2000/2023


Contatti: info@winenews.it
Seguici anche su Twitter: @WineNewsIt
Seguici anche su Facebook: @winenewsit


Questo articolo è tratto dall'archivio di WineNews - Tutti i diritti riservati - Copyright © 2000/2023

Altri articoli